Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Livatino: chiusura della fase Diocesana del Processo di Canonizzazione - Agrigento, 3 Ottobre

Ci vediamo a...

Livatino: chiusura della fase Diocesana del Processo di Canonizzazione - Agrigento, 3 Ottobre

20181003 livatino chiusura fase diocesanaSi svolgerà oggi, mercoledì 3 ottobre, alle 10,30 nella chiesa S. Agostino di Agrigento la sessione pubblica di chiusura della fase diocesana del processo di Canonizzazione del Giudice di Canicattì Rosario Livatino ucciso in un agguato mafioso.
Livatino venne ammazzato la mattina del 21 settembre 1990 a neanche 38 anni mentre da Canicattì, sua città, stava raggiungendo con la propria auto e senza scorta il tribunale di Agrigento per il suo ultimo giorno di lavoro prima di andare in ferie.
Dalle testimonianze rese al tribunale diocesano che ha curato la fase del processo di Canonizzazione è emerso che Livatino era solito cedere il periodo migliore delle ferie estive ai colleghi che avevano famiglia o non risiedevano in Sicilia ed erano originari di altre regioni.
La sessione sarà presieduta dal cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo Metropolita di Agrigento, che il 21 settembre 2011 presiedette l'apertura della fase diocesana del processo di Canonizzazione nella chiesa di S. Domenico a Canicattì, la stessa frequentata da Livatino e dove prese il sacramento della confermazione, cioè la Cresima, in età adulta avvertendo il rischio di una possibile fine violenta e prematura.
La fase diocesana di ricerca di Testimonianze e documenti inerenti il servo di Dio Rosario Livatino ci consentirà, quando gli atti saranno pubblici, di conoscere molto di più di Rosario e della sua esistenza terrena la cui morte è stato “seme fecondo” per il risveglio delle coscienze e soprattutto per la conoscenza con gli incontri pubblici di esempi Credibili e Coerenti.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa