Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Nel cuore di Ballarò riapre il #parcodelsole: un percorso educativo di sostegno alle famiglie - Palermo, 24 Settembre

Ci vediamo a...

Nel cuore di Ballarò riapre il #parcodelsole: un percorso educativo di sostegno alle famiglie - Palermo, 24 Settembre

20180924 inaugurazione parco del solePochi giorni e il centro "Parco del Sole" riapre! Grazie all'impegno di Funima International, Padre Cosimo Scordato e di tutti i volontari, anche quest'anno il Centro si occuperà di 40 bambini del quartiere Ballarò di Palermo.
Il progetto si sviluppa nei locali della Rettoria San Giovanni Decollato che coincide con la sede associativa sita in Piazza San Giovanni Decollato n°1 nel quartiere Albergheria, cuore della città storica di Palermo, nei pressi di Porta Castro. L'associazione partner è costituita per lo più da giovani siciliani ed il suo raggio d'azione si rivolge ad iniziative territoriali, in particolare assume come impegno primario l'accompagnamento educativo dei bambini del quartiere Albergheria, specialmente delle zone limitrofe alla rettoria quali Via Castro e dintorni.

Le attività sviluppate mirano a favorire e promuovere l'integrazione sociale, etnica e multiculturale e riguardano la prevenzione delle cause di disagio sociale che inducono a fenomeni quali emarginazione, devianza dalla legalità, disoccupazione.


Le azioni riguardano: rafforzamento del senso di legalità e del senso civico a partire dal territorio; superamento delle forme di dispersione scolastica; recupero da qualsivoglia forma di dipendenza (droghe, alcool, gioco); promozione e gestione di servizi di carattere culturale, artistico, teatrale, sportivo, sociale, assistenziale, di formazione professionale, di inserimento e di avviamento al lavoro, ed attività socio- educative e ludico-ricreative per minori necessarie ed utili agli scopi suddetti.

L'associazione vuole inoltre promuovere e coordinare azioni di aiuto umanitario e socio-assistenziale sia nazionale che transnazionale in partenariato con altri enti ed organizzazioni.
In dettaglio le attività quotidiane del progetto si articolano in momenti di aggregazione diversificati a seconda delle fasce d’età:

- doposcuola:
rivolto a bambini e ragazzi compresi tra 6 a 13 anni si propone di offrire tutoraggio per lo svolgimento dei compiti ed è di supporto ed assistenza ai nuclei familiari di appartenenza;

- incontri formativi:
si propone di fornire un supporto formativo ai genitori con l’ausilio delle necessarie professionalità;
- relazione scuola/famiglia: si propone di favorire la relazione scuola/famiglia al fine di concordare programmi educativi personalizzati per tutti quegli alunni che ne avessero bisogno;

- attività ludico ricreative:
laboratori creativi, iniziative culturali, tra cui uscite didattiche.

scordato centro parco del sole


Si svolgono durante tutto l’anno scolastico e si protraggono per una parte dell’estate presso i locali del centro aggregativo fin dai primi giorni del mese di ottobre 2010 ha assunto quale impegno primario l’accompagnamento scolastico ai bambini del quartiere soggetti alla dispersione scolastica per problemi familiari e sociali.

Il progetto Parco del Sole prevede un percorso educativo che intende essere di sostegno alle famiglie, prevenire e contrastare fenomeni di dispersione scolastica e formativa dei giovani, individuare con le singole scuole le modalità di intervento nello specifico contesto di riferimento attraverso singoli atti di collaborazione. Si è potuto riscontrare che il centro è un punto di riferimento per il quartiere, un luogo di accoglienza e perché no la “casa comune” dove potersi incontrare. A chiusura dell’anno scolastico il gruppo di volontari organizza escursioni ed uscite didattiche per favorire la socializzazione, incoraggiare relazioni sane, collaborare, condividere, conoscere. Su richiesta di alcune famiglie si è istituito anche il “gruppo d’ascolto adulti” che si riunisce una volta a settimana negli stessi locali, la cui attività durante il corso dell’anno è stata improntata all’ascolto dei bisogni che venivano evidenziati di volta in volta dalle persone presenti, al fine di poter insieme migliorare le relazioni all’interno del quartiere.

Obiettivi: Creare occasioni di apprendimento e di autopromozione; Individuare ragazzi a rischio di abbandono scolastico/formativo; Costruire con il giovane e la sua famiglia un piano di azione individuale che accompagni e sostenga con efficacia il soggetto a rischio di dispersione; Individuare con le singole scuole le modalità di intervento nello specifico contesto di riferimento; Prevedere interventi particolari ed integrativi per i ragazzi stranieri; concordare percorsi integrati e personalizzati per l’acquisizione del titolo di studio di scuola secondaria di primo grado; Cura della genitorialità; Essere da sostegno alle famiglie nel prevenire e contrastare fenomeni di dispersione scolastica e formativa dei giovani; Promuovere iniziative di informazione e formazione rivolte ai genitori per il sostegno e l’assunzione delle responsabilità genitoriali anche mediante programmi educativi personalizzati; Creare momenti formativi misti tra genitori e genitori e figli; Promuovere e sostenere il coinvolgimento delle famiglie dei bambini e dei ragazzi nella condivisione del piano di azione individuale, monitorare il percorso formativo intrapreso dal ragazzo e progettare specifici interventi di ri-orientamento al fine di garantire una efficace azione di tutoraggio; Educare alla legalità attraverso la quotidianità, usando ogni possibile mezzo per distinguere il bene dal male, per far comprendere al bambino/a ragazzo/a la differenza tra ciò che è lecito fare/dire da ciò che è illecito fare/dire. Offrire modelli positivi, progetti in cui far convergere testimonianze sane di stili di vita, di relazioni e di utilizzo del tempo libero; Contrastare l’approccio competitivo e conflittuale esemplificato dalla comunità adulta.

Beneficiari diretti: nuclei familiari le cui abitazioni ricadono nelle strade limitrofe alla rettoria

Info: Parco del Sole - Funima International

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa