Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri ''La madre dei ragazzi''#8marzo spettacolo sulla vita e la lotta di una donna: Felicia Impastato - Trapani

Ci vediamo a...

''La madre dei ragazzi''#8marzo spettacolo sulla vita e la lotta di una donna: Felicia Impastato - Trapani

20180308 la madre dei ragazzi felicia impastatoGiovedì 8 marzo, alle ore 21, al Teatro “M° Tonino Pardo”, a Trapani sarà rappresentata la pièce teatrale “La madre dei ragazzi”, che racconta la vita e la lotta di Felicia Impastato, la mamma di Peppino Impastato. La giornata dell’8 Marzo, dedicata alle Donne, è celebrata con un evento di forte impegno civile, un omaggio a questa grande donna che con la sua lotta costante ha dato una nuova speranza alla Sicilia, una speranza di riscatto e cambiamento.
L’evento è frutto di una partnership tra l’Ente Luglio Musicale Trapanese, il Comitato delle Donne di Trapani e il Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani. Media partner: Telesud.
Il Comitato delle Donne di Trapani, continua la sua mission per il territorio, dando voce ancora una volta, alle donne, diffondendo i principi della non violenza attraverso pratiche di partecipazione, legate all'intrattenimento, all'informazione, all’arte, alla cultura e alla comunicazione.
La Madre dei Ragazzi - Uno spettacolo di e con l’attrice Lucia Sardo (in foto a destra), per la regia di Marcello Cappelli, accompagnata da un singolare momento letterario di Giacomo Pilati e l’intrattenimento musicale degli allievi del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani.
Nella pièce Lucia Sardo è Felicia Impastato (che già aveva interpretato nel celebre film “I cento passi” di Marco Tullio Giordana), risplende della sua stessa luce e, interpretandola, si fa sardo lucia c mariapia ballerinosimbolo di tutte le donne che lottano con forza per affermarsi nella vita, per vedere riconosciuti i loro diritti ma che purtroppo spesso subiscono la violenza degli uomini.
In scena la storia di una delle "partigiane" più determinate della "resistenza" contro la mafia, morta a Cinisi a 88 anni. Nel 1978, uccisero suo figlio Peppino con una carica di tritolo e se lei, moglie di un mafioso, avesse seguito il codice della mafia, avrebbe dovuto tacere e imporre all'altro figlio il dovere di compiere la vendetta. Ma Felicia, che, proprio attraverso Peppino, aveva intuito che altri erano i valori di cui farsi carico, ha interrotto la faida, non ha risposto con la vendetta, non ha ribattuto col delitto, ma ha preteso che fosse lo Stato a punire l'assassino di suo figlio.
Non fu facile trasgredire il codice della mafia, eppure questa donna, questa madre non ha esitato ad affrontarla apertamente, prima costituendosi parte civile contro ignoti e in seguito, attraverso dichiarazioni, interviste, aperte denunce a indicare in Tano Badalamenti l'assassino di suo figlio. Con la sua ostinazione, il suo coraggio è riuscita, anche se ben ventiquattro anni dopo la morte del figlio, a vederne conclusa l'inchiesta con la condanna all'ergastolo di Tano Badalamenti. Sono stati lunghi anni di lutto, senza cedimenti e senza perdere occasione per dare un senso alla morte di Peppino, per farne un simbolo della lotta antimafiosa, trasformando la sua casa in un luogo d'incontro, una casa della memoria che è stato stimolo e testimonianza dove far rivivere gli ideali della lotta di suo figlio e trasmetterlo alle nuove generazioni.
Cuore e coraggio, due parole accomunate dalla stessa etimologia, esprimono la grandezza e l’immensa forza di Felicia Impastato. La tenacia, la ferrea volontà di non abbattersi dinanzi alla tragedia più grande che possa colpire una madre, il desiderio di continuare a vivere in nome di suo figlio e di trasmettere a tutti i giovani un messaggio positivo di speranza e di fiducia in loro: questa è Felicia Impastato - la madre dei ragazzi.
Gli avvenimenti narrati nello spettacolo alternano momenti di lotta ad attimi di vita quotidiana, nel tentativo di ridare un ritratto di Felicia Impastato scevro di ideologia e mito.

I biglietti sono in vendita al Botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, in Viale Regina Margherita (all’interno della Villa Comunale).

La pagina Facebook dell'Ente Luglio Musicale Trapanese


Foto © Maria Pia Ballerino

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa