Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri ''Ricordando Giammatteo Sole'' - Carini, 22 Marzo

Ci vediamo a...

''Ricordando Giammatteo Sole'' - Carini, 22 Marzo

20170322 ricordando soleNel 22° anniversario dalla sua scomparsa, mercoledì 22 Marzo 2017 alle ore 10 nella Villa Comunale di Carini (Palermo), in Via Amerigo Vespucci, verrà deposta una lapide concessa dal comune di Carini in memoria di Giammatteo Sole, vittima innocente della mafia.
Gianmatteo Sole nato a Palermo il 20/04/1971, ragazzo per bene, cresciuto in una famiglia molto unita, e con i veri valori della vita, amava il suo lavoro e la sua squadra di calcio, ma soprattutto amava tanto la sua famiglia....
Una sera "come tante", verso le 20.30 i familiari vedendo che non rincasava, e telefonando invano al suo ufficio, non si ebbero più notizie sue...
Fu ritrovato la mattina successiva privo di vita. Moriva così per errore un giovane innocente per mano mafiosa, era il 22 Marzo del 1995. Veniva così riconosciuto vittima di mafia, ovvero, VITTIMA INNOCENTE DEL TERRORISMO E DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA con Decreto n.VT/1186 del 20/01/2000.” Fonte: Libera.net

“Ricordando GIAMMATTEO SOLE” è il titolo della manifestazione che sarà aperta a tutta la cittadinanza e vedrà la presenza di molti alunni delle scuole di Villagrazia di Carini, di Terrasini, IC Salgari e IC di Monreale; la testimonianza di molti familiari di vittime di mafia molto vicini alla famiglia Sole: i coniugi Domino genitori del piccolo Claudio, Vincenzo e Augusta Agostino, Caterina Sgroi; l’intervento di magistrati e di attivisti di numerose associazioni e movimenti antimafia.
La manifestazione è organizzata con il patrocinio del Comune di Carini, ma soprattutto in collaborazione con moltissime associazioni, quali: Agende Rosse, Libera Nomi e Numeri contro le mafie, Coartega, Scorta Civica, SE VUOI, Cittadinanza per la Magistratura, Associazione Nazionale Amici Attilio Manca, Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, ENPA onlus sez. Partinico, Amici della Musica di Cefalù, SIAP Palermo, Parenti vittime strage di Punta Raisi 23/12/1978, Associazione Légali,”L’isola che non c’è”, Associazione Nazionale Cittadini contro le Mafie e la Corruzione, Parenti Vittime di Montagna Longa e Quarto Savona Quindici.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL SANGUE NON SI LAVA

IL SANGUE NON SI LAVA

by Fabrizio Capecelatro

Dal traffico illecito di rifiuti all’omicidio di Don...

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

by Tina Anselmi, Anna Vinci

Tina Anselmi ripercorre i momenti più significativi del...


IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

by Pietro Orsatti

In questo Paese, dove l’atto di nascita della Repubblica fu...

LA LISTA

LA LISTA

by Lirio Abbate

Luglio 1999: Massimo Carminati svuota il caveau della...


SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

by Roberto Anteghini, Jonathan Arpetti

Le pagine di questo libro raccontano un’avventura umana...

CAMORRA NOSTRA

CAMORRA NOSTRA

by Giorgio Mottola

«Non chiamatela Camorra. È Cosa Nostra».Questa sorprendente dichiarazione...


ITALICUS

ITALICUS

by Paolo Bolognesi , Roberto Scardova

Troppe cose ancora rimaste in sospeso: enigmi, fatti...

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

by Alfredo Galasso, Angelo Siino

Angelo Siino, «pentito» eccellente e collaboratore di giustizia,...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta