Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Strage di via dei Georgofili, Firenze non smette di farsi domande 23 anni dopo

Ci vediamo a...

Strage di via dei Georgofili, Firenze non smette di farsi domande 23 anni dopo

via dei georgofili targaIl 25 ottobre alle ore 15.30 al Polo universitario di Novoli – Firenze – Edificio D/6 – saremo presenti al Forum Nazionale contro la mafia.
Gli argomenti, sempre gli stessi, discussi con gli studenti universitari sono sempre di grande attualità, perché l’accertamento della verità sulla strage di via dei Georgofili non c’è ancora.

In questi 23 anni, tanti ne sono passati dal massacro di via dei Georgofili, abbiamo assistito a una compromissione tale verso i desiderata della mafia, imposti da “cosa nostra” con le stragi del 1993, che ci hanno spinto a pensare che i 277 chili di tritolo usati all’1.04 del 27 maggio 1993, nel pieno centro storico di Firenze, siano ancora lì fumanti e minacciosi.

Ci si pone ancora questa domanda: quel tritolo ancora “caldo” è forse una minaccia latente e mai sopita verso chi vuole a tutti i costi salvaguardare la Carta costituzionale nei suoi valori fondanti, valori, cioè, contro la mafia?

Il 25 ottobre ci concentreremo su questi temi:

Strage di via del Georgofili 27 maggio 1993

“Pentiti” di mafia – Quanto hanno contribuito alla ricostruzione della prova e quanto non hanno detto fino in fondo su quell’infausto 1993.

“41 bis” carcere detentivo speciale – “Severo ma necessario” per la mafia stragista. Oggi dopo solo 20 anni è già in discussione in Commissione giustizia in nome di un garantismo “peloso “.

Saranno con noi:

Il sostituto Procuratore di Palermo Antonino DI MATTEO

Il giornalista scrittore Giuseppe LO BIANCO

L’avv. Penalista Danilo AMMANNATO


di Giovanna Maggiani Chelli


Tratto da:
ilfattoquotidiano.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...

CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...


LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa