Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri ''LA BASTARDA''. A teatro con Lea Garofalo contro la 'ndrangheta - Roma, 30 Ottobre

Ci vediamo a...

''LA BASTARDA''. A teatro con Lea Garofalo contro la 'ndrangheta - Roma, 30 Ottobre

20151030 la bastardaVideo
Compagnia Ragli
porta a teatro la lotta di una donna contro la 'ndrangheta. Un incontro con Paolo De Chiara sulla figura di Lea Garofalo precede lo spettacolo.

Venerdì 30 ottobre 2015 (h 21.00)
al Teatro Centrale Preneste di Roma (via Alberto da Giussano 58) è in scena LA BASTARDA. UNA VITA CORAGGIOSA di Rosario Mastrota: in anteprima romana l'ultima proposta teatrale della Compagnia Ragli dedicata a Lea Garofalo, la donna che denunciò il compagno 'ndranghetista, da lui assassinata il 24 novembre 2009. Lo spettacolo è preceduto da un'introduzione dello scrittore Paolo De Chiara, che negli ultimi anni sta seguendo con molta passione le storie di chi dice no. Sul palcoscenico, Dalila Cozzolino, Andrea Cappadona, Francesco Figliomeni e lo stesso Rosario Mastrota, che firma anche la regia.

“E’ bastato imbrattare la ‘ndrangheta per metterle paura.” - ci dice Lea - “Pensano di potersi mangiare il mondo in un solo boccone e poi si spagnanu ‘i ‘na fimmina. Hanno avuto paura. E ne hanno ancora. Bambini vigliacchi. E’ fatta così, la ‘ndrangheta. Gradassi superuomini armati, minacciano questo e quest’altro, ammazzano. Ma per che cosa? Per la paura che il gioco si interrompe. Il loro giocare ai banditi. La fimmina apre la bocca e azzoppa Golia. Ho vinto io, che vi piaccia o no. Fimmina batte masculi.”

Lo spettacolo segue la trilogia sulla smitizzazione della mafia iniziata dalla Compagnia Ragli nel 2012 al Teatro Valle con il pluripremiato L'ITALIA S'È DESTA (più di 60 repliche sul territorio nazionale, e debutto a New York), e continuata con PANENOSTRO e FICCASOLDI. Una scelta nata dalla convinzione che, affinché lo slogan 'cultura contro mafia' sia davvero efficace, è necessario smitizzare il potere e i valori della mafia, fornire alla gente gli strumenti culturali per liberarsi dalla sua morsa.



L’amore, talvolta, può trasformarsi in una trappola infernale, in qualcosa di incontrollabile che trascende la realtà. Lea Garofalo è una giovane donna, vittima di un amore malsano. Il suo cuore sedotto decide di amare Carlo Cosco, uno ‘ndranghetista. Il risultato di questa unione è Denise, una figlia. Ben presto l’amore si appanna e Lea inciampa nella realtà: come una leonessa che protegge il suo cucciolo, Lea rinuncia alla sottomissione e al silenzio deflagrando la verità, sconfessando segreti impronunciabili. Si autocondanna al peccato numero uno dell’organizzazione criminale calabrese: il tradimento; diventa “la bastarda”, diventa “carne morta”, diventa una vittima della libertà. I suoi carnefici l’hanno chiamata “bastarda” per svilirne il nome. “Bastardo”, invece, vuol dire “ibrido fra due razze” e, tra l’una e l’altra, Lea, ne ha scelto una terza che l’ha resa unica.

Compagnia Ragli è stata fondata nel 2009 da Rosario Mastrota, Dalila Cozzolino e Andrea Cappadona. Il nome è stato scelto per determinare un punto di partenza: il raglio, suono evocativo di significati che si disegnano a partire dal rumore. Espressione dell’asinità astratta, prologo per volare verso la verità come fa Onorio, o come dimostra l’Asino cillenico di Giordano Bruno. In queste settimane, la compagnia - a cui si aggiungono gli attori Francesco Figliomeni e Gianni Spezzano - è impegnata a portare il suo repertorio in giro per l'Italia. FICCASOLDI è a Radicondoli (SI) il 6 novembre (ore 21.00 - Teatro dei Risorti) e a Milano l'8-9 novembre 2015 (ore 20.30 - Teatro PimOff). L'ITALIA S'È DESTA è a Verbania il 7 novembre (h 21.15 - Auditorium S.Anna).

"LA BASTARDA" è stato realizzato in collaborazione con Avviso Pubblico, ARCI e daSud, e con il sostegno di Comune di Pegognaga e Ruotalibera Teatro

30 ottobre 2015 - ore 21.00

Biglietti: € 10.00 - € 8,00

Teatro Centrale Preneste - Via Alberto da Giussano 58 - Roma

Info: compagniaragli.wix.com/compagniaragli - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa