Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Conferenza Internazionale sui Cambiamenti Climatici e lo Sviluppo Mondiale - 27, 28 e 29 Maggio

Ci vediamo a...

Conferenza Internazionale sui Cambiamenti Climatici e lo Sviluppo Mondiale - 27, 28 e 29 Maggio

international-symposiumLa Conferenza si terrà a Roma, nel Tempio di Adriano, dal 27 al 29 maggio, 2015 allo scopo di riesaminare le interconnessioni che si verificano tra i cambiamenti climatici e lo sviluppo mondiale e proporre, alla luce delle nuove sfide poste dal 21°secolo, nuove ed efficaci linee di azione in grado di contribuire al benessere e alla sicurezza dell’umanità.  

Il compito dei partecipanti, una decina di studiosi ed operatori  internazionali di alto profilo insieme a colleghi e personalità italiane tutti esperti di questioni legate al cambiamento climatico e dei campi tra loro collegati come la biodiversità, l'energia, l'acqua, gli oceani, la povertà, lo sviluppo, la pace e la sicurezza, la finanza e crescita economica, è quello di delineare gli elementi chiave di una strategia mirata, efficace e supportata da un intervento urgente al fine di consentire a Parigi 2015 di stabilire un autentico punto di svolta e di riferimento per affrontare, finalmente e senza esitazioni, la realtà ed i rischi del cambiamento climatico in modo da garantire tutte le prospettive per le generazioni presenti e future. Una nuova conferenza internazionale è già stata programmata, nel marzo del 2016 a Roma, per esaminare i risultati di Parigi 2015 e, di conseguenza, proporre ulteriori azioni.

Il Convegno sarà patrocinato dal New Policy Forum sotto la guida e con la partecipazione del Presidente Mikhail Gorbachev, insieme alla Fondazione Italiani e all'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e con la consulenza del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, in linea con i risultati raggiunti dal convegno "Proteggere la Terra: nobilitare l'umanità", organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze il 28 aprile scorso e farà capo alle conclusioni della task force sui cambiamenti climatici convocata dal Presidente Gorbatchev  con il supporto di Green Cross International e sulle proposte contenute nella sua relazione: “Action to Face the Urgent Realities of Climate Change”, che fu presentata nel quadro della Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile "Rio + 20" nel giugno 2012.

Gli esperti esamineranno i rapporti cruciali che intercorrono tra le attività umane e l’intero ecosistema naturale allo scopo di porre la questione del clima all'interno di una più ampia strategia per la promozione di uno sviluppo mondiale  finalmente equo e sostenibile e in grado di rispettare i diritti umani e la pace.Per fare ciò, essi definiranno, sulla base di prove scientifiche, dapprima le realtà, i rischi e le conseguenze del cambiamento climatico e le interconnessioni tra giustizia climatica, sviluppo equo e sostenibile e Pace. Poi esamineranno le grandi trasformazioni necessarie per affrontare le cause e scongiurare i rischi dei cambiamenti climatici delineando le politiche e gli strumenti per un’azione decisa ed efficace in quattro aree: sviluppo e diffusione di tecnologie e innovazione; rafforzamento delle capacità nazionali di intervento e  resilienza;  mobilitazione  dei finanziamenti per un cambiamento programmatico e rilancio della cooperazione internazionale. La Conferenza, promuovendo l'integrazione delle politiche per l'azione sul clima nel più ampio ambito dell'agenda sociale, economica, finanziaria e per lo sviluppo e la sicurezza, intende stimolare il dibattito sulla trasformazione degli schemi consolidati di comportamento in modo da conciliare la scala  crescente delle attività umane con la conservazione di un ambiente globale praticabile.

Il Symposium si prefigge l’obiettivo di ampliare il supporto ad un efficace accordo internazionale in occasione di Parigi 2015/COP21 e di evidenziare, con l'imperativo per un'azione rapida ed efficace, i rischi e i costi di ulteriori ritardi. Al termine dei lavori sarà assunta una dichiarazione finale che sarà consegnata ad istituzioni e personalità di tutto il mondo.

Info: romesymposium.org

La pagina facebook: www.facebook.com/www.romasymposium.org

SCARICA IL PROGRAMMA (PDF): Agenda Symposium 27 - 29 maggio 2015

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...


LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa