Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Di Matteo a Sky TG24: Riina forse ancora capo di Cosa Nostra - 1°/2 Febbraio

Ci vediamo a...

Di Matteo a Sky TG24: Riina forse ancora capo di Cosa Nostra - 1°/2 Febbraio

di-matteo-int-skytg24hd"I capi mafia aspettavano gli ordini del boss dal carcere" dichiara il sostituto procuratore di Palermo minacciato dal Capo dei Capi. Per il pm coordinava anche 'ndrangheta e Sacra Corona Unita.

"Salvatore Riina è stato a lungo e forse è tuttora il capo di Cosa Nostra". Parla così, ai microfoni di Sky TG24, il pubblico ministero della procura di Palermo Nino Di Matteo finito nel mirino di Cosa Nostra. Da alcune intercettazioni tra il capomafia e Alberto Lorusso, boss della sacra corona unita, emergono infatti dirette minacce di morte al magistrato. "Farai la fine del tonno" sono state le parole di Riina, ora rinchiuso nel carcere di Opera col 41 bis, rivolte al pm del pool che sostiene l'accusa nel processo sulla presunta trattativa Stato-mafia (tutti i video) in cui il boss è imputato insieme ad ex ufficiali dell'Arma, politici e capimafia.

"Riina – ha spiegato il Di Matteo -  è un soggetto che in passato ha coordinato una serie di rapporti criminali con la camorra, la sacra Corona Unita e la 'ndrangheta. I capi di Cosa Nostra in libertà, in intercettazioni ambientali di massimo cinque anni fa e cioè molti anni dopo la sua carcerazione, ancora si ponevano il problema di ascoltare la decisione definitiva di Riina prima di prendere decisioni importanti per l’organizzazione".

Di Matteo, nel corso dell’intervista a Sky TG24 HD - la versione integrale andrà in onda su Sky TG24 sabato febbraio alle 16.30 e domenica 2 alle 18.30 e alle 22.00 - ha invitato a non sottovalutare la gravità delle parole del boss: "Un ordine di morte di Riina può potenzialmente essere recepito da parte dell’organizzazione mafiosa di Cosa Nostra, ma anche da parte di altre organizzazioni di tipo mafioso, criminale in generale. La triste storia del suo protagonismo mafioso induce oggi a prestare particolare attenzione e a non sottovalutare, come alcuni rischiano di fare, le sue indicazioni e le sue parole".

Tratto da: tg24.sky.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa