Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri Incontro con i magistrati di Trapani al Giardino della Memoria - 6 novembre

Ci vediamo a...

Incontro con i magistrati di Trapani al Giardino della Memoria - 6 novembre

giardino-della-memoriaDomani, martedì 6 novembre, alle 10,30, il procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola, visiterà il Giardino della Memoria. Invitato dal Gruppo siciliano dell'Unci, il dottor Viola si recherà nel sito di via Ciaculli assieme ad alcuni giovani sostituti dell'ufficio giudiziario trapanese, e ricorderà le vittime della mafia assieme al prefetto, al questore e ai comandanti provinciali di Cc e GdF di Trapani.

L'incontro con i magistrati di Trapani - ha detto Leone Zingales, presidente del Gruppo siciliano dell'Unci - apre un nuovo capitolo nell'ambito delle iniziative che si svolgono nel Giardino di Ciaculli. Far conoscere da vicino il sito gestito da cronisti e Anm ai rappresentanti di tutti gli uffici giudiziari della penisola nel ricordo di quanti sono caduti nella lotta contro la mafia”.
All'evento di martedì , promosso assieme al distretto palermitano dell'Associazione nazionale magistrati, parteciperanno anche il procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo, il prefetto, il questore ed i comandanti di Arma dei Cc e GdF della provincia di Palermo.
Inoltre una quarantina di studenti dell'istituto tecnico per il Turismo ‘Marco Polo’ di Palermo parteciperanno all'evento, accompagnati dalla professoressa Patrizia Mannino. I ragazzi, sollecitati dalla Fondazione "Falcone" e dall'Unci, saranno coinvolti in una lezione di legalità.
‘Ancora una volta il Giardino di Ciaculli - ha detto il presidente dell'Anm del distretto di Palermo, Antonino Di Matteo - si propone come luogo dal quale legalità, memoria e lotta alla mafia sono in grado di trarre nuova linfa’.
‘Legalità e lotta alla mafia - ha detto il presidente dell'Unci, Guido Columba - sono temi sui quali il Gruppo cronisti siciliani ha impostato sin dall'inizio una linea di assoluto rigore etico assieme ai magistrati dell'Anm. Da Palermo, dalla Sicilia, si è consolidata una prassi che vuole i giornalisti impegnati a tutto campo per sconfiggere la mafia sul terreno della cultura e della conoscenza anche attraverso le quotidiane lezioni al mondo della scuola’.
Alla manifestazione interverranno anche Manfredi Borsellino (figlio di Paolo, il procuratore aggiunto di Palermo ucciso nell'attentato del 19 luglio 1992 in via D'Amelio) e Giovanni Chinnici (figlio di Rocco, il Consigliere istruttore ucciso nella strage di via Pipitone Federico del 29 luglio 1983 a Palermo).

FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA STAMPA ITALIANA
Unione Nazionale Cronisti Italiani

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...


LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa