Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ci vediamo a...

Manifestazioni per la ricorrenza del 26° anniversario della strage di via dei Georgofili - Firenze, 26 e 27 Maggio

2019052627 anniversario georgofili
Giovanna Maggiani Chelli: "Da domenica inizieranno le attività in memoria della strage di Firenze"
Domenica 26 maggio
, a 26 anni dalla strage di via dei Georgofili avvenuta la notte del 27 maggio 1993, Firenze ricorderà l'autobomba fatta esplodere dalla mafia che causò la morte di Angela Fiume e Fabrizio Nencioni e delle loro due piccole figlie Nadia e Caterina e di Dario Capolicchio, fece 41 feriti e provocò danni al patrimonio artistico.
Il programma, organizzato dall'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili con la Regione Toscana, insieme a Comune e Città Metropolitana di Firenze e Miur, prevede incontri con gli studenti del liceo scientifico Leonardo da Vinci di Firenze già dalle ore 11 del 26 maggio, in Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Giunta regionale. Alle ore 16.30, nella stessa sede, convegno con l'assessore regionale alla legalità, il prefetto di Firenze Laura Lega, il procuratore aggiunto di Firenze Luca Tescaroli, rappresentanti del Miur, studenti del Leonardo da Vinci, Giovanna Maggiani Chelli per l'Associazione di via dei Georgofili e l'avvocato di parte civile nei processi per le stragi del 1993, Danilo Ammannato. Come previsto in precedenza, non sarà presente alle manifestazioni il PNA Federico Cafiero de Raho per impegni inderogabili.
Alle ore 21 commemorazione in piazza della Signoria (o in Palazzo Vecchio in caso di pioggia), con i ragazzi sempre del Leonardo da Vinci che si esibiranno in una performance musicale, il saluto delle istituzioni, l'intervento dell'Associazione e la messa in scena dei 'Pagliacci' di Leoncavallo. Alle una di notte un corteo si muoverà infine per andare a deporre una corona di alloro sul luogo dell'attentato, nell'ora esatta in cui la bomba esplose. La2019052627 anniversario georgofili 2 mattina dopo, il lunedì alle ore 8.30, il Gonfalone di Firenze renderà omaggio alla famiglia Nencioni nel cimitero della Romola. Mezzora dopo, alle ore 9, un cuscino di rose sarà deposto sulle tomba di Dario Capolicchio a Sarzana.
Ricorderanno la strage anche gli Uffizi con una mostra speciale, dal 26 maggio al 2 giugno, delle due opere, 'Concerto' e 'I giocatori di carte' di Bartolomeo Manfredi, devastati dalla autobomba e poi restaurati, e con la giornata straordinaria di ingresso gratuito al museo il 26. "Abbiamo scelto per la prima volta di aprire gli Uffizi gratuitamente in modo da poter ricordare tutti insieme la drammatica notte di 26 anni fa - spiega il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt -, gli Uffizi vogliono fare la loro parte nel compito fondamentale di tener viva la memoria della tragedia vissuta", soprattutto "per le giovani generazioni che allora non erano ancora nate. Proprio a loro vogliamo lanciare un appello: non dimenticate mai gli orrori del passato, e sbarrate sempre la porta alla criminalità organizzata, in qualsiasi forma essa vi si presenti".