Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi ANM e MIUR insieme per la ''Notte bianca della legalità'' - Palermo, 5 Maggio

Ci vediamo a...

ANM e MIUR insieme per la ''Notte bianca della legalità'' - Palermo, 5 Maggio

20180505 notte bianca della legalitaA Palermo 30 esperti e 10 laboratori dedicati a 300 studenti
Il palazzo di giustizia apre le porte: più di 30 esperti per 300 ragazzi, 10 laboratori per confrontarsi su etica e diritti con simulazioni e testimonianze. Palermo si prepara ad accogliere 300 studenti “Portatori sani di legalità” che sabato 5 maggio, a partire dalle 15, animeranno il tribunale. Ad affiancare i magistrati ci saranno esperti delle forze dell'ordine, avvocati e giovani tirocinanti che con dedizione affiancano i giudici nelle loro attività ordinarie; saranno loro gli interlocutori speciali dei ragazzi in occasione della “Notte bianca della legalità”.

L'iniziativa, promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, si svolgerà in contemporanea nei palazzi di giustizia di quattro città italiane: Roma, Napoli, Genova e Palermo.

Tanti i temi che saranno affrontati con laboratori statici e dinamici, organizzati anche con il supporto della Fondazione Progetto Legalità e la presenza di esperti delle forze dell'ordine: si parlerà di racket delle estorsioni e “metodo Falcone” con Alice Grassi, i magistrati Leonardo Agueci e Annamaria Picozzi e la Guardia di finanza, mentre a discutere di “immigrazione e diritti dell'uomo” saranno il questore Sara Fascina, i magistrati Ennio Petrigni e Marzia Sabella. La “corruzione e la legalità nello sport” saranno al centro del laboratorio a cura dei magistrati Sergio Lari, Mario Conte e Lorenzo Jannelli e del telecronista sportivo Flavio Tranquillo. Di “cyberbullismo e uso consapevole dei social” parleranno i magistrati Giovanna Nozzetti e Federica La Chioma, insieme all'esperto di new media Fabrizio Dellutri e, per la polizia postale, Francesco Re. “La Costituzione e la privacy nell'era digitale” sarà trattata nel laboratorio con i magistrati Michele Ruvolo e Filippo Lo Presti e con lo scrittore Giacomo Cacciatore, autore per l'editore Flaccovio di “Uno sbirro non lo salva nessuno”. Tra le iniziative in programma per la “Notte bianca della legalità” anche la visita al museo “Falcone - Borsellino”, curato dall'Anm Palermo con la collaborazione di Giovanni Paparcuri, il cosiddetto “bunkerino” al piano ammezzato dove furono trasferiti gli uffici dei due giudici (poi uccisi nelle stragi del 1992) per lavorare al maxiprocesso. A guidare gli studenti in quel luogo della memoria saranno i magistrati Angelo Piraino e Matteo Frasca, con la collaborazione di Barbara Sanzo e Marco Panebianco.

Ben tre i laboratori sulla scena del crimine tra medicina legale, realtà e fiction: con i ragazzi si confronteranno i magistrati Giacomo Brandini, Chiara Capoluongo e, per i Ris dei carabinieri, gli esperti coordinati dal maggiore Carlo Romano (responsabile sezione biologia) e dal tenente colonnello Claudio Ciampini (responsabile sezione balistica). I magistrati Francesco Gualtieri e Antonella Pappalardo saranno coaudiuvati da Paola Di Simone della polizia scientifica, autrice tra l'altro del libro “Crimini al microscopio”, edito da Flaccovio e dall'esperta Antonella Lanzarone. Di “Scena del crimine tra realtà e fiction” si discuterà con i magistrati Giuseppe De Gregorio e Alessia Giampietro e l'esperto Roberto Greco. Infine, la “simulazione del processo penale” sarà illustrata dai magistrati Riccardo Trombetta, Daniele Sansone, Luisanna Cattina e Simone Alecci. Con loro ci saranno gli studenti dell'associazione di giovani giuristi ELSA (European Law Students' Association) che interpreteranno i vari protagonisti del processo.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa