Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi Letizia Battaglia al Premio ''Paolo Volponi'' - Porto San Giorgio, 2 Dicembre

Ci vediamo a...

Letizia Battaglia al Premio ''Paolo Volponi'' - Porto San Giorgio, 2 Dicembre

20171202 premio volponi fermo bigSabato 2 dicembre alle ore 21 presso il Teatro comunale di Porto San Giorgio (FM) in Largo del Teatro 1 avrà luogo la premiazione del concorso letterario nazionale ‘’Paolo Volponi’’ dal tema ‘’Letteratura ed impegno civile’’. Il premio organizzato da Il circolo di confusione Fermo e Porto S. Giorgio, con la collaborazione di ISML – Fermo, Altidona Belvedere, Fototeca Provinciale di Fermo, l’Altritalia, Centro Studi “Osvaldo Licini” Monte Vidon Corrado, la Luna, Mouse associazione, associazione BlowUp e con il sostegno dei comuni di Porto San Giorgio, Fermo, Altidona, Montegranaro, Monte Vidon Corrado, Amandola, Grottammare e Pedaso.
Nella XIV edizione del premio “Paolo Volponi” saranno premiati nella categoria “Mario Dondero” per l’impegno civile, Letizia Battaglia, nellopera prima “Stefano Tassinari”, Athos Zontini (Orfanzia, Bompiani) e il premio “Cultura e Impresa” sarà consegnato all’Associazione “Sibillini, segreti e sapori”. Inoltre Elio De Capitani leggerà degli scritti di Paolo Volponi.
I lavori della serata saranno condotti da Giorgio Zanchini, accompagnato da musica dal vivo di Marco Airaghi (Tastiera) e Maurizio Moscatelli (Sassofono).

IL PREMIO
Il Premio “Paolo Volponi” è nato nel 2004, in occasione del decennale della morte dello scrittore, da un gruppo di Associazioni del Fermano tra le quali “L’altra Italia”, “Circolo di Confusione”, “Altidona Belvedere”, “Periferie”, con la Direzione artistica dello scrittore bolognese Stefano Tassinari, nell’intento di collegare la figura dello scrittore urbinate a tutta una serie di nuove progettualità culturali, non solo legate alla letteratura, che riscoprivano nel Paese la realtà e l’impegno sociale degli intellettuali in un periodo difficile e tormentato di vita nazionale. Infatti è specificità della manifestazione contestualizzare i libri vincitori con altre forme espressive come il teatro, il cinema, le arti figurative e la fotografia.

Info: premiopaolovolponi.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MORTE DEI PASCHI

MORTE DEI PASCHI

by Franco Fracassi, Elio Lannutti

La vicenda che ruota intorno al Monte dei...

FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...


IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...


CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...

DALLA CHIESA

DALLA CHIESA

by Andrea Galli

Giovanissimo incursore durante la Seconda guerra mondiale, dopo...


UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca