Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi Cormònslibri 2015 - Gorizia, 5 Dicembre

Ci vediamo a...

Cormònslibri 2015 - Gorizia, 5 Dicembre

2015 cormonslibri baldo ingroiaFestival del libro e informazione - L'essere in gioco
Giornata della legalità: gli studenti si interrogano sulla legalità

Ore 10:30  - Incontro con gli Studenti delle Scuole Superiori
(Teatro Comunale - Via N. Sauro 17)
I relatori:
Antonio Ingroia è un avvocato, giornalista, ex magistrato e politico italiano. Inizia il suo tirocinio professionale nel tribunale di Palermo con Giovanni Falcone. Fino al 2012 è stato magistrato della Procura di Palermo nelle vesti di pubblico ministero. È stato candidato premier a capo della lista Rivoluzione Civile alle Elezioni politiche italiane del 2013. È autore di numerosi libri, anche insieme a Gian Carlo Caselli, editorialista de Il Fatto Quotidiano, collabora con Micro Mega e l’Unità.
Lorenzo Baldo giornalista, è il vicedirettore del periodico Antimafia Duemila il cui intento è di riportare le informazioni che riguardano le maggiori mafie che infestano il nostro Paese: Cosa Nostra prima di tutte e poi ‘Ndrangheta, Camorra e Sacra Corona Unita, ecc. e soprattutto di spiegare come queste agiscano in stretta connessione con il potere politico e economico. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni sul tema mafia. Dal 2000 è inviato a Palermo per il suo giornale.
CORMòNSLIBRI PER LE SCUOLE


2015 cormonslibri infoIl disegno di legge Ingroia - La Torre sulla corruzione e la trattativa Stato-mafia
Ore 16:00 - Incontro con ANTONIO INGROIA. Modera Lorenzo Baldo
Antonio Ingroia e Franco La Torre hanno elaborato un DDL per la lotta alla corruzione, partendo dalla legge La Torre (1982), prevede che i beni dei mafiosi possano essere sequestrati sia quando subiscano un processo penale sia quando si verifichi una sproporzione tra il reddito dichiarato e i beni in possesso. Il ddl elaborato da Ingroia e La Torre chiede che ci sia un sequestro preventivo dei beni in materia di lotta alla corruzione oltre che per reati mafiosi anche per quelli legati alla corruzione e concussione e alla pubblica amministrazione, che viene estesa anche ai politici.

Info: cormonslibri.it

SEDE DEGLI INCONTRI
via Friuli 28
34071 Cormòns (Gorizia)
Sala Italia

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa