Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi ''Siamo tutti Nino Di Matteo'' - Roma, 14 Novembre #rompere il silenzio

Ci vediamo a...

''Siamo tutti Nino Di Matteo'' - Roma, 14 Novembre #rompere il silenzio

20151114 manif dimatteo romaQuando, nel febbraio del 2015, Sergio Mattarella venne eletto a rappresentare la più alta delle nostre istituzioni, la Presidenza della Repubblica, ai giornalisti che, forse per le mie note posizioni riguardo al suo predecessore, mi chiedevano un parere su questa nomina, risposi che per potere dare un giudizio non mi sarei fidato più delle parole, se ne sentono troppe nel nostro paese, ma avrei aspettato i fatti.

I fatti li sto ancora aspettando. In quelle occasioni in cui sarebbe potuto intervenire, come il mancato accoglimento della richiesta di Nino Di Matteo di essere assegnato come Sostituto Procuratore alla Procura Nazionale Antimafia, respinta dal CSM con un assurdo undicesimo posto in graduatoria su tre posti disponibili, non ha ritenuto di intervenire.

E non ha ritenuto neanche di dovere seppure soltanto rispondere ad un appello di Letizia Battaglia, al quale aderii subito anche io, perché, nella sua veste di Presidente del CSM intervenisse in qualche maniera per rivedere una decisione assurda nei confronti di un magistrato la cui esperienza nel campo della mafia e delle commistioni tra mafia e politica non ha oggi eguali in Italia. Purtroppo però oltre ai fatti sono mancate anche le parole. Non una parola di solidarietà, di sostegno nei confronti di un magistrato che non ha ricevuto soltanto delle minacce di morte ma che credo si trovi oggi nelle stesse condizioni in cui si trovò Paolo Borsellino nei 57 giorni che separarono il suo assassinio da quello del suo fraterno amico e collega Giovanni Falcone.
E questo silenzio risalta in maniera ancora più sinistra in mezzo al silenzio, un vero silenzio di morte, da parte di tutte le altre istituzioni.
Ho esitato a lungo prima di dare la mia adesione a questa manifestazione a sostegno di Di Matteo, non perché non la ritenga necessaria e doverosa ma perché ho paura che il sostegno dei milioni di persone che, sono sicuro, appoggiano Nino Di Matteo e guardano a lui con speranza e fiducia, dei milioni di persone che credono nella Giustizia, non si traduca poi in una effettiva mobilitazione che spinga tutti, tutti, a tradurre il loro impegno dalle parole all’azione.
Ho timore che una per quanto partecipata manifestazione ma inevitabilmente limitata nei numeri per chi non dispone dei mezzi e dei canali disponibili a partiti e sindacati, venga poi strumentalizzata da chi non perderà tempo ad evidenziarne i limiti spacciandoli per un limitato sostegno ed interesse dell’opinione pubblica.
E' facile aderire a un gruppo su un social network, scrivere messaggi di adesione, ma tanti, troppi, ritengono di avere così esaurito il proprio impegno, di aver fatto la propria parte.
Io a Roma ci sarò, e leverò in alto, ancora una volta, la mia Agende Rossa, griderò con tutta la voce che mi resta la mia rabbia e la mia voglia di RESISTENZA, ma vorrei non doverlo fare, ancora una volta, anche per chi non ci sarà.

Salvatore Borsellino

(1° ottobre 2015)


Roma, sabato 14 Novembre 2015: manifestazione in difesa di Nino Di Matteo e della sua scorta

PUNTO DI RACCOLTA: Roma, Largo Corrado Ricci - Fori Imperiali

QUANDO: sabato 14 novembre 2015, ore 10.00

IL PERCORSO del CORTEO: da Largo Corrado Ricci a Piazza Santi Apostoli

Sabato 14 novembre 2015: Manifestazione nazionale per chiedere, pretendere, dalle Istituzioni dello Stato di #rompereilsilenzio circa le sorti del PM Nino Di Matteo e della sua scorta. Un silenzio complice che determina l'isolamento istituzionale del PM più esposto e minacciato d'Italia, colui che è riferimento delle indagini nel processo trattativa stato-mafia celebrato a Palermo.
Diversi collaboratori di giustizia hanno riferito dell’esistenza di un progetto di attentato nei confronti del Giudice Di Matteo e alcuni di loro hanno addirittura parlato di un grosso quantitativo di tritolo già pervenuto nel capoluogo siciliano e pronto ad essere usato.
Le Istituzioni hanno taciuto qualunque parola di sostegno nei confronti del dottor Di Matteo. Gli stessi organi di informazione, tranne poche eccezioni, non hanno mai speso una sola parola o mandato in onda alcun servizio televisivo sui rischi che il Giudice Di Matteo e i ragazzi della sua scorta debbono affrontare ogni giorno. Abbiamo pertanto deciso di contrastare questo silenzio con una manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 14 novembre e consisterà in un pacifico quanto determinato corteo che si snoderà nelle vie del centro storico della Capitale.
All’interno del corteo saranno tassativamente vietati loghi o simboli e riferimenti ad alcun partito e esponente politico. Il grido di sostegno per il Giudice Di Matteo dovrà arrivare dal cuore dei cittadini, a prescindere dalle loro convinzioni politiche,
Vi invitiamo a partecipare numerosi e a donare a questa causa la vostra passione, il vostro spirito civile e la sete di giustizia e verità che hanno contraddistinto il percorso lavorativo del Giudice Di Matteo.

Salvatore Borsellino con Movimento delle Agende Rosse e Scorta Civica Palermo


Evento facebook: facebook.com/events/1628507964093818

Pullman da Bologna per Roma: Siamo tutti Nino Di Matteo - 14 novembre

Pullman da Porto Sant'Elpidio (Fermo): Siamo tutti Nino Di Matteo - 14 novembre

Elenco eventi locali per organizzare arrivo a Roma:
Napoli e Campania: https://www.facebook.com/events/1013255768725234/
Milano e Lombardia: https://www.facebook.com/events/1618884398336323/
Friuli : https://www.facebook.com/events/547408832078106/
Bologna ed Emilia: https://www.facebook.com/events/900765550001641/
Torino: https://www.facebook.com/events/1693959960816919/
Gubbio ed Umbria: https://www.facebook.com/events/1088358771175101/
Caserta: https://www.facebook.com/events/1480127535622196/
Bari: https://www.facebook.com/events/954220597985273/
Salento: https://www.facebook.com/events/161277727553443/

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa