Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi "Carnevale Sociale allo Zen" - 21 Febbraio

Ci vediamo a...

"Carnevale Sociale allo Zen" - 21 Febbraio

20150221-carnevale-sociale-palermoL’appuntamento è alle 15 in piazza Gino Zappa. Previsto un saluto per Aldo Naro
E’ arrivato alla settima edizione il “Carnevale Sociale di Palermo, organizzato quest’anno nell’ambito del progetto “IN.C.L.A.S.S.E.” (Intervento contro l’abbandono scolastico e per lo sviluppo educativo), sostenuto da un contributo della Fondazione con il Sud e realizzato da un gruppo di associazioni, con capofila “Libera Palermo”.

Sabato 21 febbraio 2015, alle ore 15, si terrà l’evento conclusivo del Carnevale Sociale con ritrovo in piazza Gino Zappa. Nelle ultime due settimane la manifestazione, realizzata grazie all’impegno di decine di associazioni e centinaia di volontari, attivisti e comuni cittadini, ha toccato sei zone della città (Favorita, Borgo Vecchio, Olivella, Villagrazia, Cep e Centro storico) riempiendo anche questa volta le piazze per il riscatto e il protagonismo dei territori.

“Il tema scelto quest’anno - spiega il comitato organizzatore - è ‘Pupi e Pupari’, un modo ironico per dedicare la manifestazione a tutti coloro che credono di essere i padroni della città e ai tanti a cui fa comodo fare la parte del ‘burattino’, per affidare costantemente il proprio destino alle mani dei potenti di turno. Il Carnevale Sociale 2015 vuole essere la manifestazione di chi non si sente né pupo né puparo, di coloro che ogni giorno lavorano per costruire una città più giusta e lo che lo fanno senza sottomettere o sottomettersi. Sarà anche un modo per ribadire che lo Zen non è quello degli stereotipi, nonostante gli ultimi tragici avvenimenti che hanno provocato la morte del giovane Aldo Naro: un evento terribile e inaccettabile, ma proprio ad Aldo dedicheremo un saluto nel corso della manifestazione, continuando a lavorare affinché tragedie del genere non si ripetano mai più”.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa