Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ci vediamo a...

Una vittoria per Peppino Impastato - 16 Aprile

impastato-peppino1Radio 100 passi percorre i fatidici cento passi insediandosi nella casa confiscata del boss Badalamenti che assassinò Peppino Impastato.
Si avvera il sogno di tutti coloro ai quali sta a cuore la storia di Peppino Impastato, ma soprattutto di Giovanni Impastato, Danilo Sulis e Francesco Impastato promotori dell’apertura di Radio 100 passi che prosegue il cammino della radio di Peppino.
Dopo la costituzione di Rete 100 passi il secondo passo dei tre, era stato la partenza di Radio 100 passi, che con la collaborazione di volontari ed associazioni aveva iniziato le sue trasmissioni nel 2010 da Cinisi, non a caso il 5 gennaio giorno del compleanno di Peppino.

Le prime trasmissioni erano state emanata da Casa memoria, la casa dove Peppino Impastato aveva abitato e dalla quale partivano i cento passi. Oggi, grazie alla concessione di uno spazio all’interno del bene confiscato, Radio 100 passi proseguirà le sue trasmissioni dalle ex casa del boss Badalamenti dove finivano i cento passi.
Precisano gli ideatori, che, nonostante il completamento dei cento passi raccontati dal film, nella realtà i passi da fare sono ancora tanti per arrivare dove le mafie investono i loro capitali. Per questo la prossima sfida dalla nuova sede è solo il proseguo di un lungo camino.
Tra i passi importanti già percorsi in questi anni da Rete 100 passi, oltre ai tanti eventi in Italia ed in Europa, dopo l’apertura della radio, la partenza di 100 passi tv e quella del quotidiano on-line 100 passi journal, tutti raggiungibile dal portale www.rete100passi.it.
Per Radio 100 passi si preannunzia anche un palinsesto rinnovato che vedrà: la partecipazione dei volontari di Casa memoria, dei compagni di Peppino e sempre più presente l’informazione, la controinformazione, oltre che l’intensificazione della diffusione della cultura della legalità. Tra le novità anche la messa in onda di diverse trasmissioni inedite di radio Aut ed una maggiore presenza nel territorio con le dirette dalla regia mobile, “il camper della legalità”.

una-vittoria-per-impastato-160414