Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ci vediamo a...

Il parco fluviale di Castrocaro sarà intitolato al magistrato Giovanni Falcone“ - 29 Marzo

falcone-giovanni-big0Il progetto regionale Concittadini 2013-2014, portato avanti dai Consigli Comunali dei Ragazzi di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Dovadola, Forlimpopoli, Modigliana, Sogliano al Rubicone e Verghereto, lascerà un segno evidente ai propri Comuni, un messaggio ai cittadini, un invito ad approfondire tematiche come la lotta alle mafie, uno stimolo verso una maggiore sensibilizzazione verso un fenomeno che attraversa l’Italia da Nord a Sud e che purtroppo, anche in Romagna, ha messo radici.

Per questo i ragazzi inaugureranno nei propri territori, un parco, un giardino, un’aula ad una vittima di mafia: per non dimenticare, ma soprattutto per ricordare a tutti che c’è ancora molto da lavorare. Sabato, 29 marzo 2014, alle ore 10, presso la Sala consiliare di Castrocaro Terme e Terra del Sole, le autorità incontreranno i ragazzi del CCR e il Sindaco dei Ragazzi, Riccardo Savini, presenterà il lavoro svolto in questo anno scolastico  rendendo onore al Magistrato Giovanni Falcone. A lui sarà dedicato il parco fluviale: luogo scelto per la sua rappresentatività dell’intero paese  in quanto, come hanno spiegato i ragazzi nelle motivazioni, il parco è frequentato da  adulti e bambini e va da Castrocaro  a Terra del Sole. L’iter amministrativo burocratico che i giovani consiglieri hanno affrontato ha coinvolto, oltre che l’amministrazione locale, anche il Prefetto di Forlì-Cesena, che presenzierà alla cerimonia, interpellato per ottenere l’autorizzazione all’intitolazione, arrivata all’ufficio protocollo del Comune il 20 marzo 2014.

Dei quattro ingressi al parco, è stato individuato quello di Via Favelli per lo svolgimento di questo importante momento. Lì è stato infatti individuato un albero a cui appendere pensieri formulati dai ragazzi e fogli contenenti i nomi delle vittima di mafia. Il lavoro dei ragazzi non si fermerà qui. Venerdì 4 aprile saranno a Forlimpopoli dove al Teatro Verdi andrà in scena “La Vacanza. Il caso di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin”: spettacolo teatrale di e con Marina Senesi. Al dibattito che seguirà interverrà Umberto Santino, Presidente del Centro Peppino Impastato di Palermo. Il 5 maggio i CCR si ritroveranno presso la sede provinciale di Forlì-Cesena per un incontro/confronto con Alessandro Gallo. Gli appuntamenti per l’anno scolastico 2013-2014 si concluderanno ma  per i ragazzi del CCR e per quanti vorranno raccogliere questo messaggio, sarà un modello di vita da recepire e da riproporre.“

Tratto da: forlitoday.it