Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi Mostra/Convegno a Caltanissetta contro la violenza sulle donne - 26 Novembre

Ci vediamo a...

Mostra/Convegno a Caltanissetta contro la violenza sulle donne - 26 Novembre

chiarIn occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne la Corte di Appello di Caltanissetta, in sinergia con la Scuola Superiore della Magistratura, l’ordine degli avvocati di Caltanissetta, la Scuola Forense Nissena e l’associazione Fenice – Sportello antiviolenza presso la Procura di Sciacca - ha organizzato il convegno dal titolo “Contrasto alla “violenza di genere: innovazione normativa e prassi operative”.
Il dilagare del numero di omicidi o tentati omicidi di donne, hanno fatto del femminicidio una vera e propria emergenza sociale, rendendo irrinunciabili interventi di contrasto e prevenzione alla violenza, che potrebbero essere efficaci solo se frutto di concertazione e strategie condivise.
Il fenomeno della violenza sulla donna è molto diffuso, ma tenuto spesso segregato tra le mura domestiche e spesso deriva dalla conflittualità che in molti casi accompagna il rapporto tra uomini e donne. Già dall’età adolescenziale si dovrebbe trovare, grazie allo specifico ruolo educativo che la Scuola riveste, nuove forme di comunicazione fra ragazzi e ragazze che considerino le differenze come opportunità di crescita e mai come disuguaglianze. Anche la scuola oggi è presente per condannare chi, scambiandolo per amore, esercita violenza fisica, sessuale, psicologica nei confronti delle donne.

crisIl legislatore è recentemente intervenuto con il Decreto Legge 14 agosto 2013, n. 93 convertito in Legge 15 ottobre 2013, n. 119 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale 15 ottobre 2013, n. 242.
Sulla base delle indicazioni provenienti dalla Convenzione del Consiglio d’Europa, fatta ad Istanbul l’11 maggio 2011, concernente la lotta contro la violenza contro le donne, recentemente ratificata dal Parlamento, il decreto mira a rendere più incisivi gli strumenti della repressione penale dei fenomeni di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e di atti persecutori (stalking), attraverso un inasprimento delle pene in determinati casi previsti dal legislatore.
Dopo i saluti del presidente della Corte di Appello di Caltanissetta, Dott. Salvatore CARDINALE, della Dott.ssa Gabriella TOMAI – Magistrato componente della Commissione per la Formazione della magistratura Onoraria e dell’Avv. Renata ACCARDI – Direttore Fondazione Scuola Forense Nissena relazioneranno prestigiosi magistrati, docenti e professionisti che quotidianamente affrontano la tematica del femminicidio.
Aprirà gli interventi la Dott.ssa Maria Giovanna ROMEO, presidente di sezione della Corte di Appello di Caltanissetta che introdurrà il recente quadro normativo di riferimento trattando “Le innovazioni legislative introdotte con il decreto legge n. 93 del 14/08/2013 convertito con legge 119/2013 – quadro di riferimento generale e spunti problematici”. Seguirà il Prof. Roberto DI MARIA, docente di diritto Costituzionale dell’Università KORE di Enna che parlerà di “Note costituzionali sul d.l. 93/2013: alcune criticità in materia di fonti, politica normativa e principio di eguaglianza”. manA seguire la dott.ssa Elina SALOMONE, Psicologa dello sportello interistituzionale antiviolenza “FENICE” aperto presso la Procura della Repubblica di Sciacca e scaturito da un protocollo d’intesa tra gli Uffici Giudiziari di Sciacca, le forze dell’Ordine, il Comune di Sciacca, i comuni del circondario del Tribunale, l’ordine degli avvocati di Sciacca, solo per ricordarne alcuni e la cui funzione è quella di contrastare il fenomeno della violenza contro le fasce deboli della popolazione e di accogliere la domanda d’aiuto nonché di monitorare il fenomeno della violenza di genere e sui bambini. La dott.ssa Salomone tratterà: “Le relazioni pericolose: patologia del rapporto di coppia e dipendenze affettive”. La Dott.ssa Maria Grazia MILLI, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato e docente di analisi criminale alla scuola di perfezionamento per le Forze di Polizia – Roma tratterà “L’analisi criminale: orientamento investigativo per il contrasto al crimine”. Concluderà gli interventi il Dott. Marco SANINI, Sostituto Procuratore della Repubblica Torino, esperto della tematica trattata che ci parlerà de: “La tutela delle vittime della violenza di genere: prassi operative anche alla luce delle recenti modifiche normative”.
L’incontro di studio sarà moderato dal Consigliere della Corte di Appello di Caltanissetta, Dott. Aldo De Negri, magistrato incaricato della formazione penale dei suoi colleghi del distretto nisseno.

In occasione del convegno e per tutta la settimana che va dal 22 al 29 novembre sarà possibile visitare la mostra di fotografie di Domenico Fiandaca, dall’efficace titolo “Segni di non amore”, mostra organizzata in collaborazione con il movimento culturale Officina93018 e che si svolge nell’ingresso del palazzo di Giustizia di Caltanissetta.

Foto © Domenico Fiandaca

locandina-web

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa