Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi Studenti in marcia per dire "No alla mafia" - 23 maggio

Ci vediamo a...

Studenti in marcia per dire "No alla mafia" - 23 maggio

falcone-moglie-scortaI ragazzi parteciperanno il 23 maggio alla fiaccolata per commemorare le vittime della strage di Capaci
E così, mentre da Civitavecchia e da Napoli, oltre 800 scuole, 20mila studenti e 13 Paesi europei con le loro delegazioni di giovani salperanno per tornare a Palermo per commemorare il XXI anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio.... a Fano ci si mette in marcia.

«Come due anni fa – spiega Ettore Marini, del Movimento Agende Rosse di Fano-, quest’anno torniamo a commemorare giovedì 23 maggio le vittime della strage di Capaci, con una fiaccolata, che alle 21 dall’Arco d’Augusto arriverà alla scuola Padalino; la serata proseguirà con letture di propri pensieri dei ragazzi della Scuola Media Padalino, degli studenti del Liceo Nolfi e del liceo artistico Apolloni; ospite della serata Pippo Giordano, ex ispettore di Polizia che negli anni ‘80 collaborò con Giovanni Falcone. Durante la serata si parlerà anche delle minacce di morte al Pm Antonino Di Matteo, a cui va tutta la nostra solidarietà».

L’evento è organizzato del Movimento Agende Rosse e da alcuni studenti del Nolfi, che al mattino incontreranno Pippo Giordano a scuola, nell’aula magna del Torelli. Giuseppe (Pippo) Giordano è un ex ispettore della DIA (Direzione Investigativa Antimafia) di Palermo, uno che è stato in prima linea nella lotta a Cosa Nostra negli anni Ottanta. Oggi è in pensione, è un nonno felice che gira l’Italia, andando nelle scuole a parlare di criminalità organizzata e legalità, di Falcone e e Borsellino, della sua esperienza e dei suoi colleghi uccisi dalla mafia. E la sua esperienza è diventata un libro, dal titolo “Il sopravvissuto”, per le Edizioni Castelvecchi. Durante l’incontro gli studenti leggeranno alcuni brani di loro elaborati dedicati al tema “mafia” che saranno raccolti in libro, per stampare il quale prima della fiaccolata verranno raccolte le offerte.

Tiziana Petrelli

Tratto da: ilrestodelcarlino.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa