Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi L'Auditorium scolastico di Pordenone intitolato a Calogero Zucchetto

Ci vediamo a...

L'Auditorium scolastico di Pordenone intitolato a Calogero Zucchetto

zucchetto-calogerodi Davide Tassan - 30 aprile 2013
Sabato 4 maggio non sarà una mattinata di scuola qualsiasi per la 5^A e 5^D Igea dell’Istituto Tecnico “Odorico Mattiussi” di Pordenone.
Alle ore 10.00 gli studenti delle due classi incontreranno Pippo Giordano ma prima, verso le ore 09.00, parteciperanno all’intitolazione, richiesta e voluta dai ragazzi, dell’auditorium scolastico a Calogero “Lillo” Zucchetto, poliziotto 26enne siciliano ucciso da Cosa nostra il 14/11/1982.

L’intitolazione è la “chiusura del cerchio” di un progetto iniziato circa due anni fa che ha visto protagonisti le prof. del Mattiussi Viviana Cecotti, Angela Serinelli, Bruna Braidotti e l’Ass.ne Culturale “La mafia non è solo sud”. 

Quasi un’ anno fa i ragazzi incontravano, con enorme emozione, Giovanna Maggiani Chelli (Pres. dell’Ass.ne Via dei Georgofili) alla fine di un percorso che ha fatto scoprire loro i fatti legati alle stragi 1992-1993 e alla trattativa Stato-mafia. Fu proprio sull’onda emotiva di quel percorso che gli studenti raccolsero le firme e chiesero di poter intitolare l’auditorium della scuola ad una vittima di mafia “dimenticata” identificata in Calogero Zucchetto.
Quest’anno le insegnanti e l’Ass.ne “La mafia non è solo sud” hanno iniziato un nuovo progetto raccontando alle due classi le storie dei servitori dello stato Siciliani uccisi da Cosa nostra negli anni ’80; progetto che prevede, per sabato 4 maggio, l’incontro tra gli studenti e “il sopravvissuto” Pippo Giordano. In contemporanea l’Istituto Mattiussi tramite la Preside Rosset Alessandra, approvando la richiesta dei ragazzi, ha iniziato tutto l’iter burocratico per poter intitolare l’Auditorium a quello che è stato uno stimatissimo collega di Pippo Giordano. Calogero Zucchetto, detto “Lillo”.
Solo oggi, grazie alla costanza, alla professionalità e alla tenacia della Preside Rossett le classi 5^A e 5^D Igea hanno visto accolte le loro richieste. Stamane infatti è arrivata l’ultima attesa e forse un po’ insperata autorizzazione e sabato questi meritevoli studenti, oltre ad incontrare Pippo Giordano, oltre a scoprire ancor di più chi era Calogero Zucchetto detto “Lillo” pianteranno nella scuola un “seme della memoria” che vedrà i suoi frutti negli anni a venire.
Spero che l’iniziativa degli studenti e l’impegno incondizionato di Preside e professori sia da esempio per tante altre scuole che potrebbero, con pochi mezzi e tanta volontà, realizzare le parole spesso pronunciate dall’indimenticato Paolo Borsellino: “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene”.

Davide Tassan
Pres. Ass.ne “LA MAFIA NON E’ SOLO SUD”

Tratto da: 19luglio1992.com

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa