Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ci vediamo a...

Manifestazioni per la ricorrenza del 19° anniversario della strage di Via dei Georgofili - dal 25 al 27 maggio

Anniversario-Georgofili-2012L’antimafia della speranza attraverso la cultura delle legalità










PROGRAMMA

25 maggio 2012
Firenze - Presidenza della Regione Toscana - Piazza Duomo, 10
Ore 17.00 Convegno
Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana

Saluti delle istituzioni locali
Giovanni Di Fede, Assessore alla Pubblica Istruzione delle Provincia di Firenze

Rosa Maria Di Giorgi, Assessore all’Educazione alla Legalità del Comune di Firenze

Saluti della magistratura
Giuseppe Quattrocchi, Procuratore Capo della Procura di Firenze

Giuseppe Nicolosi, Sostituto Procuratore della Procura di Firenze

Alessandro Crini, Sostituto Procuratore della Procura di Firenze

Interventi
Giovanna Maggiani Chelli, Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

Giuseppe Pisanu, Presidente Commissione Parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia

Pietro Grasso, Procuratore nazionale antimafia

Alessio Mantellassi, rappresentante della Consulta provinciale  studentesca di Firenze, presenterà al PNA Pietro Grasso le domande raccolte dagli studenti della Consulta sul suo libro “Liberi tutti. Lettera a un ragazzo che non vuole morire di mafia”

Conduce l’incontro Francesco Nocentini


26 maggio 2012
Palazzo Vecchio - Sala dei Duecento
Ore 10.00 Incontro con gli studenti delle scuole fiorentine

Intervengono
Rosa Maria Di Giorgi, Assessore all’Educazione alla Legalità del Comune di Firenze

Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia

Alessandro Crini, Sostituto Procuratore della Procura di Firenze

Giuseppe Nicolosi, Sostituto Procuratore della Procura di Firenze

Giovanna Maggiani Chelli, Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

Letture a cura de “La Stanza dell’Attore”


Ore 16.00 Presentazione del libro “Storia d’Italia in 7 stragi” di Francesco Nocentini

Saranno presenti Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia, Giuseppe Quattrocchi, Procuratore Capo della Procura di Firenze, Giovanna Maggiani Chelli, Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili


Piazza della Signoria - Arengario
Ore 21.00 Manifestazione in ricordo della strage Presentazione di Giulia Weber

Spettacolo teatrale
“Per non morire di mafia” di Pietro Grasso, con Sebastiano Lo Monaco, versione scenica Nicola Fano, adattamento drammaturgico Margherita Rubino, regia Alessio Pizzech

Saluti delle Istituzioni
Giovanna Maggiani Chelli, Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia

Alessio Mantellassi, Consulta provinciale degli studenti di Firenze

Concerto della Fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze


27 maggio 2012
Commemorazione della Strage

Ore 1.00 Partenza da Palazzo Vecchio del corteo formato dai Gonfaloni del Comune di Firenze, della Provincia e della Regione Toscana e dalle Insegne delle Associazioni del Volontariato.

Via dei Georgofili
Ora 1.04 - Deposizione di una corona di alloro sul luogo dell’attentato

Cimitero della Romola
Ore 8.00 - Deposizione di un cuscino di rose sulla tomba della Famiglia Nencioni

Cimitero Sarzanello (Sarzana)
Ore 9.00 - Deposizione di un cuscino di fiori sulla tomba di Dario Capolicchio

Chiesa di San Carlo - Via Calzaiuoli, Firenze
Ore 11.00 - Celebrazione della Santa Messa in suffragio delle vittime

Accademia dei Georgofili - Via dei Georgofili
Sede Accademica, aperta al pubblico

Ore 12.15 - Esposizione dei disegni e degli acquerelli di Luciano Guarnieri su “27 maggio 1993”

Proiezione del filmato documentario sull’atto dinamitardo e sulla ricostruzione
della Sede accademica