Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Eventi A Macerata il coraggioso giornalismo di Pino Maniaci - 19 aprile

Ci vediamo a...

A Macerata il coraggioso giornalismo di Pino Maniaci - 19 aprile

maniaci-pino-reda-web0Giovedì 19 aprile 2012 alle ore 11, presso l'Aula 7 della Facoltà di Giurisprudenza, piaggia dell'università, 2 a Macerata
La lotta alla mafia di Telejato, la vita di un giornalista “scomodo”, il rischio chiusura della voce di Partinico.

Pino Maniaci è direttore e proprietario di Telejato, un’emittente televisiva comunitaria con sede a Partinico (PA) nota per la sua attività antimafia. Nei dieci anni di gestione di quella che lui stesso definisce “la tv più piccola del pianeta”, Maniaci è diventato, con il suo lavoro, un emblema del buon giornalismo in Italia. Nonostante le numerose minacce di morte, le aggressioni subite e una vita passata sotto scorta, il giornalista ha continuato a far sì che Telejato divenisse la voce di una lotta contro uno dei peggiori mali che attanagliano il nostro Paese.

La mafia non è riuscita a fermare Maniaci e i suoi collaboratori - tra i quali troviamo anche Salvo Vitale, già conduttore, assieme a Peppino Impastato, di Radio Aut -ma Telejato rischia di chiudere a giugno, perché non è in grado di comprare all’asta le frequenze tv del digitale terrestre, qualora queste fossero messe in vendita. Sarebbe, quindi, la fine di uno dei principali punti di riferimento anche delle redazioni e dei giornalisti nazionali, che ricercano notizie nell'area di operatività dell'emittente.

Nell’incontro con Maniaci verranno affrontati i nodi principali dell’attività di questa “tv antimafia in tre stanze” come è stata definita da “La Repubblica”, l’esperienza personale di un giornalista che ogni mattina si fa il doppio nodo alla cravatta (trucco insegnatogli dal padre che gli ha permesso di sventare un tentativo di soffocamento da parte del mafioso di turno) e le sorti di questa piccola emittente, vicina a molti italiani, tanto da aver visto crescere attorno a sé un muro sociale di difesa dal nome “Siamo tutti Pino Maniaci” oltre all’iniziativa diffusasi in rete a seguito degli ultimi avvenimenti “Siamo tutti Telejato”.

Visita: telejato.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa