Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ci vediamo a...

5° giornata della memoria dei giornalisti uccisi da mafia e terrorismo - 3 maggio

5 giornata memoriagiornalistiuccisi2La quinta edizione della Giornata della Memoria dedicata ai giornalisti uccisi da mafie e terrorismo si svolgerà tra un mese, il prossimo giovedì 3 maggio a Palermo nella Sala Gialla di Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea regionale siciliana.

La manifestazione è organizzata dal Gruppo siciliano dell'Unci-Unione nazionale cronisti italiani, in collaborazione con l'Ordine regionale dei Giornalisti e con l'Assostampa siciliana, ed è patrocinata dalla Presidenza dell'Ars.
Negli anni precedenti l'evento si è svolto a Roma, Napoli, Milano e Genova. Saranno ricordati, tra gli altri, Mario Francese, Mauro De Mauro, Carlo Casalegno, Giancarlo Siani, Giuseppe Impastato, Giuseppe Fava, Cosimo Cristina, Mauro Rostagno, Giuseppe Alfano, Walter Tobagi, Giovanni Spampinato. L'Unci ricorderà anche gli altri giornalisti, foto-reporter e cameramen trucidati in azioni di guerra.
La giornata del 3 maggio prevede alle 8,45 la visita al Giardino della Memoria di via Ciaculli,dove magistrati dell'Anm e cronisti dell'Unci ricordano periodicamente tutte le vittime della mafia sistemando alberi e collocando targhe commemorative.
Quindi alle 10,15 è previsto un momento di preghiera nella Cappella Palatina e alle 11 l'inizio della cerimonia. Introdurrà il presidente regionale dell'Unci, Leone Zingales, poi sarà la volta del presidente dell'Ars, Francesco Cascio, che saluterà i presenti, mentre il presidente nazionale dell'Unci, Guido Columba, relazionerà sull'evento.
Ai familiari dei giornalisti uccisi toccherà ricordare i propri cari mentre i giornalisti minacciati negli ultimi anni racconteranno la propria esperienza.
Chiuderanno la manifestazione il presidente dell'Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino ed il presidente della Federazione nazionale stampa italiana, Roberto Natale.