Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Libri Presentazione del libro 'Un ''suicidio'' di Mafia' - Catania, 23 Novembre

Ci vediamo a...

Presentazione del libro 'Un ''suicidio'' di Mafia' - Catania, 23 Novembre

un suicidio di mafiaGiovedì 23 novembre, ore 17, nell’aula magna di Palazzo Vanasco, sede dell’accademia di belle arti di Catania sarà presentato il libro d’inchiesta 'Un "suicidio" di mafia. La strana morte di Attilio Manca', Castelvecchi editore, del giornalista e scrittore Luciano Mirone.
L’incontro dall’alto valore formativo, organizzato su iniziativa della professoressa Liliana Nigro e della giornalista Elisa Guccione, analizzerà sotto l’aspetto medico legale la morte dell’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto, che è da collegare con l’operazione di cancro alla prostata cui, nel settembre 2003, è stato sottoposto a Marsiglia il latitante capo di Cosa Nostra Bernardo Provenzano.
La presentazione, moderata dalla giornalista Elisa Guccione, sarà animata da Sonia Alfano, ex presidente Commissione Europea Antimafia, Cataldo Raffino, medico legale, Giuseppe Fiorito, avvocato penalista-criminologo S.I.C, Luciano Mirone, giornalista scrittore, Liliana Nigro, docente di storia del costume presso l’accademia di Belle Arti, e Virgilio Piccari, direttore dell’Ente Etneo. Sarà presente in collegamento telefonico anche Angela Manca, la madre di Attilio.
Per scrivere questo libro l’autore si avvalso di numerosi atti giudiziari, diverse testimonianze e della consulenza di quattro docenti di medicina legale e di personale scientifico di altissimo livello per ottenere delle risposte sulla dinamica dell’omicidio camuffato da suicidio, in quanto Attilio Manca era un mancino puro e non avrebbe potuto aver utilizzato la mano destra per iniettare nel braccio sinistro la dose letale di eroina.
La morte dell’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto il primo in Italia a operare il cancro alla prostata per via laparoscopica è uno dei casi più eclatanti di giustizia deviata strettamente collegata alla trattativa Stato mafia, come testimoniano le dichiarazioni di diversi pentiti.

Fontenewsicilia.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



la mafia ha vinto 2017 ppSaverio Lodato


LA MAFIA HA VINTO
Intervista con Tommaso Buscetta