Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Alternativa Alternativa Che aria tira tra Washington e Aquisgrana?

Alternativa

Che aria tira tra Washington e Aquisgrana?

di Giulietto Chiesa
Diversi mi chiedono di rispondere sintetizzando il mio punto di vista. Dirò così. Europa e USA mi sembrano, in questa fase, come i due evasi di un famoso film americano, che scappano insieme dalla galera, ma che sono legati da una spessa catena. Devono stare insieme per forza, fino a che non avranno rotto la catena. Solidarietà obbligata. Ma non hanno molte ragioni per amarsi. E molte ragioni per odiarsi. Uscendo dalla prima metafora, aggiungo un altro lato della medaglia: due vettori che vanno in direzioni opposte. Vettore uno: Europa e America si combattono ormai come concorrenti economici e finanziari, che competono per guadagnarsi il mercato cinese. È il vettore dell'inimicizia. Ma c'è anche il vettore della paura. Aquisgrana e Washington guardano al futuro un po' più lontano, in cui la Cina sarà più forte di ciascuno dei due. E dovranno fronteggiare insieme. Infine c'è un terzo angolo visuale. C'è quello che qualcuno definisce come il "Brutish Empire", guidato da una coalizione, imperniata sui Rothschild. Che manovra per conto proprio su entrambe le sponde dell'Atlantico. Che ha i piedi a Londra, nel Deep State americano, a Wall Street e a Silicon Valley, nella Casa Reale, nell'MI5 e MI6, fino in Australia. E che cerca di costruirsi una sua propria strategia verso la Cina (vedi, per esempio, Hong Kong), indipendentemente da Washington, anzi contro, e da Aquisgrana. È una forza cospicua che si colloca, per mezzi finanziari, influenza politica e militare, allo stesso livello dei grandi potentati mondiali. Per capirci qualche cosa sarà opportuno seguire e misurare le direzioni di tutti questi vettori. Anche per capire come mai è nato il governo giallo-fuxia in Italia. E anche l'incredibile, tentato suicidio politico di Matteo Salvini.

Tratto da: facebook.com/giuliettochiesa

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa