Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Alternativa Alternativa Il governo della recessione

Alternativa

Il governo della recessione

alternativa-web0Comunicato di Alternativa - 16 novembre 2011
È caduto, finalmente, uno dei governi più corrotti e ridicoli dell’intera storia italiana.



Purtroppo ciò non è avvenuto per effetto di una lotta popolare contro le iniquità sociali volute dal governo Berlusconi, né di una rinascita morale contro la corruzione del paese, né dell’emergere di un progetto politico di superamento delle follie del nostro attuale sistema politico-sociale.

La fine del governo Berlusconi è, al contrario, l’effetto di un attacco concentrico dei ceti dirigenti nazionali e internazionali, che giudicavano Berlusconi (correttamente, dal loro punto di vista) troppo debole per operare il massacro sociale di cui essi hanno bisogno per mantenere il loro dominio e rimpinguare le loro casse.

Berlusconi cade perchè all’interno della sua coalizione esistevano freni alla realizzazione delle scelte antipopolari ordinate da Bruxelles. E soprattutto perchè il governo di centrodestra era privo dell’appoggio delle forze sociali e sindacali necessarie per sopire le legittime proteste alle pretese di rivoltare il mondo del lavoro, il sistema pensionistico e l’assetto dei beni comuni. Grazie al consenso di cui dispone, interno e internazionale, Mario Monti sarà in grado di condurre a termine la distruzione dello Stato sociale molto più efficacemente di Berlusconi. È per questo che è stato messo a capo del governo. Per privarci di tutto quello che due secoli di lotte popolari hanno conquistato: il superamento della povertà, i diritti e i contratti nazionali di lavoro, la scuola per tutti, una pensione decente, l’assistenza sanitaria. Tutto questo verrà cancellato, in nome della mitica “crescita” e dell’Europa.

Ma questo scempio non servirà nemmeno a far ripartire la crescita, perché ci avviterà in una spirale di recessione economica e disperazione sociale. Alternativa denuncia con forza il fatto che il prossimo governo Monti ha l’esplicito incarico di attuare politiche di spoliazione del paese (svendita di proprietà pubbliche, privatizzazioni dei beni comuni), di aggressione al reddito e alle condizioni di vita e di lavoro dei ceti medi e popolari, di distruzione dei diritti; denuncia il ruolo giocato in questa crisi dal Presidente Napolitano, che travalicando i limiti del suo ruolo costituzionale si è fatto strumento di una manovra politica contraria agli interessi popolari; denuncia la secca perdita di democrazia realizzatasi con la riduzione dell’Italia a Stato commissariato da entità straniere e non democratiche come la BCE e il FMI.

L’azione del governo Monti ci renderà tutti più poveri, più precari e meno liberi di oggi.

Alternativa chiama tutte le forze popolari del paese ad una lotta intransigente contro questo governo il cui unico fine è la spoliazione del popolo italiano.

Per far parte dell'Alternativa, iscriviti ora!

GIULIETTO CHIESA su ANTIMAFIADuemila: Clicca qui!

SEGUI: www.giuliettochiesa.it - www.megachip.info - www.pandoratv.it - www.cometa-online.it

LA SEZIONE ALTERNATIVA: Clicca!

IL LABORATORIO POLITICO


- La prima lettera-manifesto del Gennaio 2010. Una ''centuria'' di volontari per ''Alternativa'' - di Giulietto Chiesa

- Prima Assemblea Nazionale di Alternativa. Relazione introduttiva al dibattito
di Giulietto Chiesa


- Lettera-appello di Giulietto Chiesa: Cinque ''centurie'' di volontari per l'Alternativa
di Giulietto Chiesa


- Il laboratorio politico di Alternativa: Stato dell'arte n° 3 - di Giulietto Chiesa

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa