Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Alternativa Alternativa Denuncia collettiva, in questa strada si puo' fare!

Alternativa

Denuncia collettiva, in questa strada si puo' fare!

addiopizzo-web.jpg

9 settembre 2010
L’arresto è il frutto dell’incessante lavoro di contrasto alla Mafia e la migliore risposta ai numerosi atti intimidatori di questa ultime settimane.
  




"Addiopizzo" e "Libero Futuro" rilevano con soddisfazione che le indagini hanno raccolto la collaborazione di 4 operatori economici attivi lungo l’asse di corso Calatafimi. Siamo testimoni di un cambiamento, finalmente la prima denuncia collettiva.
I commercianti hanno maturato la scelta di opporsi alle pretese estorsive avvalendosi dell’ausilio delle associazioni antiracket che li hanno condotti alla denuncia ed alla collaborazione con gli organi inquirenti avviando il percorso oggi conclusosi con l’arresto del presunto estorsore.
Queste indagini registrano un dato estremamente importante rappresentato dalla denuncia collettiva; commercianti ed imprenditori di uno stesso quartiere contro i medesimi estorsori.
libero-futuro-web.jpgLe denunce che nascono su una stessa strada, attraverso la collaborazione di diversi commercianti che insieme si oppongono ai loro estorsori, indicano la strategia più efficace per liberarsi dal fenomeno del racket con rischi limitati e in condizioni di maggiore serenità.
Solo attraverso una mobilitazione collettiva degli operatori economici che, nei quartieri in cui operano, scelgono di avvalersi del ruolo del movimento antiracket, si può imprimere una sconfitta definitiva alle organizzazioni mafiose.
Addiopizzo e Libero Futuro si rivolgono a quanti oggi vivono stretti dalla morsa del racket affinché parlino tra loro colleghi e decidano, insieme, di denunciare i proprio estorsori.
Mai come in questo periodo il momento è davvero favorevole affinché commercianti ed imprenditori possano liberarsi definitivamente da questo giogo insopportabile.
L’incessante azione delle forze dell’ordine e il perseverante lavoro nel territorio condotto da Addiopizzo e Libero  Futuro, ha creato una rete di soggetti in grado di offrire le competenze e le tutele necessarie affinché un operatore economico possa denunciare serenamente.
Oggi si può denunciare senza essere lasciati soli, correndo rischi limitati per la propria incolumità e per l’attività economica che si esercita.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa