Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Dossier Processo trattativa Stato-Mafia Stato-mafia, la Procura generale fa ricorso contro assoluzione Mannino

Processo trattativa Stato-Mafia

Stato-mafia, la Procura generale fa ricorso contro assoluzione Mannino

di AMDuemila
La Procura generale di Palermo ha presentato ricorso in Cassazione contro l'assoluzione dell'ex ministro Calogero Mannino nel processo sulla trattativa Stato-mafia. I sostituti procuratori Generali, Giuseppe Fici e Sergio Barbiera, hanno impugnato la sentenza del collegio della prima sezione della Corte d'Appello di Palermo, presieduto da Adriana Piras, consiglieri a latere Massimo Corleo e la relatrice Maria Elena Gamberini, per motivi di diritto.
Infatti, così come previsto dal codice, viene contestata la logicità e la conformità alla legge della sentenza che, il 22 luglio scorso, nel processo in abbreviato, aveva scagionato l'ex esponente democristiano dall'accusa di violenza o minaccia a corpo politico dello Stato, confermando l'assoluzione dei giudici di primo grado.
Si deve evidenziare che Mannino è stato assolto nei due gradi di giudizio per "non aver commesso il fatto". Nelle motivazioni della sentenza di primo grado si affermava che mancava la prova che il politico fosse stato il motore della cosiddetta trattativa tra lo Stato e la mafia.
Ma i giudici della Corte d'appello non hanno spiegato solo il perché della conferma del giudizio di assoluzione. Sono andati oltre allargando i propri pareri anche alle valutazioni adottate dai giudici della Corte d'Assise di primo grado, che nel procedimento con rito ordinario hanno condannato boss mafiosi (Leoluca Bagarella, Antonino Cinà), ufficiali del Ros (Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno), politici (l’ex senatore di Forza Italia, Marcello Dell’Utri) e il figlio di Vito Ciancimino, Massimo, per calunnia. La Procura generale, diretta da Roberto Scarpinato, ha così deciso di presentare ricorso.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Calogero Mannino, storia del ''prequel'' della ''Trattativa''

Stato-mafia, su Mannino ''accertata assoluta innocenza''

Stato-mafia, Mannino assolto anche in Appello

L'assoluzione di Mannino in un Paese senza giustizia

Le recensioni di AntimafiaDuemila

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...


PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa