Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Dossier Processo trattativa Stato-Mafia Processo trattativa, salta la deposizione di Mannino e Messina

Processo trattativa Stato-Mafia

Processo trattativa, salta la deposizione di Mannino e Messina

mannino calogero servizio pubblicodi Aaron Pettinari
La corte ammette la testimonianza di Filippo Graviano

Udienza lampo all’aula bunker dell’Ucciardone per il processo trattativa Stato-mafia. Oggi doveva essere il giorno delle deposizioni dell’ex ministro della Dc, Calogero Mannino, e di Francesco Messina ma entrambi non erano presenti. Il politico, coimputato e assolto in primo grado nel procedimento con il rito abbreviato (con la Procura di Palermo che ha già presentato il ricorso in appello), era stato citato dalla difesa di Mori e Subranni, imputati con l'accusa di minaccia a Corpo politico dello Stato. La raccomandata con la citazione, è stata inviata una decina di giorni fa ma non ha avuto alcuna risposta. Così l'ex ministro non si è presentato. Diversamente Messina ha certificato il proprio impedimento. Entrambi verranno nuovamente chiamati a deporre per l’udienza che si terrà il prossimo 16 marzo, data in cui verrà ascoltato anche l’ex prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, autore di una telefonata con il faccendiere Luigi Bisignani.
Prima di rinviare l’udienza al prossimo 2 marzo (quando verranno ascoltati l'ex ministro Carlo Vizzini e il vicecapo della polizia Luigi Savina) il presidente della corte d'Assise, Alfredo Montalto, ha sciolto alcune riserve revocando, “perché superfluo”, l’esame del teste Alessandro Pansa e rigettando la richiesta di audizione di Silvia Della Branca, direttrice del carcere di Tolmezzo. Invece è stata ammessa la testimonianza del boss di Brancaccio Filippo Graviano, detenuto al 41 bis. Quest’ultimo verrà ascoltato sulle confidenze che avrebbe fatto al collaboratore di giustizia Giuseppe Di Giacomo, durante il periodo di codetenzione, in particolare sul contenuto del papello.
La corte ha poi ammesso la richiesta dei legali dell'ex ministro degli Interni, Nicola Mancino, di sentire l'ex ministro Paolo Cirino Pomicino e l'ex esponente Dc Gerardo Bianco (che saliranno sul pretorio il 28 aprile) ed il sociologo Pino Arlacchi, che verrà esaminato il 21 aprile.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa