Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Dossier Processo trattativa Stato-Mafia Trattativa Stato-mafia, sì alla citazione di Napolitano

Processo trattativa Stato-Mafia

Trattativa Stato-mafia, sì alla citazione di Napolitano

napolitano-giorgio-web9di AMDuemila - 20 maggio 2013
La corte d'Assise di Palermo ha autorizzato la citazione di tutti i testimoni indicati nella lista testi della Procura di Palermo tra i quali il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e quello del Senato, Piero Grasso.
Si tratta di un primo vaglio dei giudici per escludere che la testimonianza invocata sia “vietata dalla legge o ridondante”.
Il processo, che inizierà il 27 maggio davanti alla corte d'Assise di Palermo, vede 10 imputati per la  trattativa criminosa tra Stato e mafia: i mafiosi Totò Riina, Antonino Cinà, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca; il figlio dell'ex sindaco di Palermo, Massimo Ciancimino, gli ex ufficiali dei carabinieri Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De Donno, l'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri, e l'ex ministro Nicola Mancino, accusato di falsa testimonianza.
Nel corso del dibattimento i giudici valuteranno poi l’ammissibilità delle deposizioni. I testi citati dai pm sono in tutto 178 e tra i chiamati a deporre ci sono anche l’ex pg della Cassazione Vitaliano Esposito e l’ex capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi.

In particolare, nel caso in cui la testimonianza di Napolitano fosse ammessa, il capo dello Stato dovrebbe riferire su una lettera che il suo ex consigliere giuridico Loris D’Ambrosio, stroncato l’anno scorso da un infarto, gli scrisse il 18 giugno. Nella missiva D’Ambrosio annunciava le sue dimissioni dopo la pubblicazione delle intercettazioni delle sue conversazioni con l’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino, imputato di falsa testimonianza nel processo sulla trattativa.
Nella missiva D'Ambrosio scrive a Napolitano: “Lei sa – scrisse D’Ambrosio a Napolitano – che (il riferimento è a suoi precedenti scritti, ndr) non ho esitato a fare cenno a episodi del periodo 1989-1993 che mi preoccupano e mi fanno riflettere; che mi hanno portato a enucleare ipotesi di cui ho detto anche ad altri, quasi preso dal timore di essere stato allora considerato solo un ingenuo e utile scriba di cose utili a fungere da scudo per indicibili accordi”.
Parole che, secondo i pm, si collegherebbero con le telefonate tra D'Ambrosio e Mancino in cui si parlava del periodo  relativo alla nomina di Francesco Di Maggio, personaggio chiave nella trattativa secondo i pm, a numero due del Dap.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa