Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sab04302016

Last updateVen, 29 Apr 2016 8pm

Roma, 7 maggio 2016: manifestazione nazionale Stop TTIP

Roma, 7 maggio 2016: manifestazione nazionale Stop TTIP

da pandoratv.it
Moni Ovadia , Carlo Petrini , Luca Mercalli , Giulietto Chiesa Luigi Ciotti e...

Borsellino quater: ''Scarantino entrava e usciva dagli interrogatori''

Borsellino quater: ''Scarantino entrava e usciva dagli interrogatori''

di Miriam Cuccu e Francesca Mondin
Gli esami dei poliziotti di Imperia e Palermo: sovrappos...

Tutti (o quasi) contro Davigo

Tutti (o quasi) contro Davigo

di Aaron Pettinari
Ma parlano i fatti, il Presidente dell'Anm ha ragione

Maniaci indagato, bufera su Telejato

Maniaci indagato, bufera su Telejato

di Giorgio Bongiovanni e Lorenzo Baldo
Il direttore: ''Mi faccio una risata''

Scarpinato, la corruzione e ''l'eterna Tangentopoli''

Scarpinato, la corruzione e ''l'eterna Tangentopoli''

di AMDuemila
L'analisi amara del pg di Palermo, intervistato da Il Fatto Quotidiano

20160414 napolitano renzi referendum

Ultim'ora

TERZOMILLENNIO

L'addio all'ultimo pediatra di Aleppo

L'addio all'ultimo pediatra di Aleppo

Video
di Asmae Dachan

Il suo nome e il suo volto resteranno scolpiti per sempre nella memoria di centinaia di famiglie siriane. Mohamed Wassim Moaz avev...

Messico, ucciso un altro giornalista

Messico, ucciso un altro giornalista

di Ivan Grozny Compasso
Beltran Pacheco era un giornalista esperto. L’hanno freddato sulla porta di casa dei sicari che l’hanno ucciso senz...

Un normale giorno di guerra a Donetsk

Un normale giorno di guerra a Donetsk

di Giulietto Chiesa
Ieri 5 morti civili nel villaggio di Elionovka, tra cui una donna incinta.
Le bombe sono arrivate dalla XIV brigata dell'esercito di...

OPINIONI

Agromafie, fenomeno in crescita

Agromafie, fenomeno in crescita

di 
Nicola Tranfaglia
Negli ultimi anni il problema delle mafie nel mondo agricolo è diventato di nuovo di grande attualità. Nel 2011 il ...

Virna Nordio

Virna Nordio

di Marco Travaglio
Com’era ampiamente prevedibile, l’elezione di Piercamillo Davigo al vertice dell’Anm ha subito fatto saltare i ner...

DI’ LA TUA

A Bulciago per ricordare mio figlio Vik

A Bulciago per ricordare mio figlio Vik

di Egidia Beretta
Era il 24 Aprile 2011 quando ci ritrovammo, a Bulciago, a celebrare i funerali di Vittorio; giorno di dolore, di preghiere, di commoz...

'Le parole del dottor Davigo mi hanno fatto pensare a Giovanni Falcone'

'Le parole del dottor Davigo mi hanno fatto pensare a Giovanni Falcone'

di Pippo Giordano
Che strano Paese il nostro: un Paese dove la classe politica non vuole essere “incuitata”, disturbata. Sono bastate pochi...

No alle bombe nucleari in Italia

No alle bombe nucleari in Italia

Firma
di Comitato No Guerra No Nato
Per la sicurezza, la sovranità, la legalità
Sono in fase di sviluppo negli Stati Uniti le bombe nucleari...

ALTERNATIVA - PANDORA TV

Giulietto Chiesa: Negli USA si riapre il caso 11 settembre

Giulietto Chiesa: Negli USA si riapre il caso 11 settembre

da pandoratv.it
L’ex senatore Bob Graham , in una recente intervista alla rete CBS, ha dichiarato: ” Credo che sia impossibile che 19 persone, ...

Perché l'Occidente ha paura di Putin?

Perché l'Occidente ha paura di Putin?

Video
Intervista di Irma Loredana Galgano a Giulietto Chiesa

La russofobia occidentale non è un fenomeno nuovo. Quali sono le peculiarità ...

Giulietto Chiesa introduce l'assemblea dei soci di Pandora TV

Giulietto Chiesa introduce l'assemblea dei soci di Pandora TV

Pubblichiamo l’intervento di Giulietto Chiesa in apertura (16 aprile 2016) dell’assemblea dei soci di Pandora TV . Un’occasione per cond...

mutolo-gaspare-arte-pittore

N5 Settembre 2000

Su quale tavolo politico giocheranno le prossime elezioni Bernardo Provenzano e la sua Cosa Nostra?

di Giorgio Bongiovanni

La Commissione Parlamentare Antimafia ha recentemente rivelato che la ‘Ndrangheta avrebbe superato la potenza criminale di Cosa Nostra, la mafia di Bernardo Provenzano. Non condividiamo tale notizia poiché le nostre indagini giornalistiche e gli atti processuali dimostrano che, a parte il ruolo predominante che in questo periodo la ‘Ndrangheta svolge nell ’amministrazione del  “mercato ” con l ’estero, la criminalità organizzata siciliana rimane il punto di riferimento per tutte le altre mafie in quanto alla forza militare e ai suoi rapporti con il mondo politico. Lo dimostrano le affermazioni del capitano Ultimo, lo dimostra la denuncia del presidente della Confesercenti di Palermo, il quale ha dichiarato che il “pizzo ”, in Sicilia, si paga ormai  “a tappeto ” (tanto che anche le “bancarelle ” ne sono soggette), lo  dimostrano i rapporti dubbi intercorsi tra alcuni politici ed esponenti di Cosa Nostra. Ma allora, in questo periodo di calma apparente, viene da chiedersi con chi abbia preso accordi Bernardo Provenzano in vista delle prossime elezioni. Il nostro pensiero, amaro per la verità, è che la caotica e confusa (per non dire disastrosa) situazione politica che caratterizza il nostro Paese manifesti la possibilità che un eventuale “scambio di favori ” possa avvenire sia con gli schieramenti di centrodestra che con quelli di centrosinistra.  Negli ultimi anni, infatti, mentre la mafia ha notoriamente votato Forza Italia, il centrosinistra si è dimostrato debole nella lotta contro il crimine organizzato e, fatta eccezione per alcuni membri della commissione antimafia o alcuni  esponenti politici, ha esercitato un’azione di contrasto pressoché nulla. Lo ha da poco denunciato a mezzo stampa il Procuratore di Palermo Piero Grasso dichiarando che “la lotta alla mafia non c ’è più” e lo denunciamo anche noi, in qualità di liberi cittadini della società civile, unendola nostra voce a chiunque alzi un coro di protesta.  La nostra speranza è che tale coro possa essere appoggiato dalla classe politica che,per il momento, sembra avere tutta la convenienza a lasciare le cose come sono dando alla mafia una più alta possibilità di vittoria. Se nessuno farà qualcosa per impedirlo, se non verrà organizzato un programma di repressione a livello governativo i quarantamila miliardi che nei prossimi anni giungeranno in Sicilia andranno ad alimentare le casse dei mafiosi. Come più volte abbiamo avuto modo di dire, la lotta alla mafia non può essere delegata alle sole associazioni laiche, cattoliche, alla magistratura o alla polizia giudiziaria. La lotta alla mafia deve essere soprattutto politica. Senza la forza della politica, del Parlamento, delle alte autorità dello Stato, la criminalità organizzata prenderà ancora una volta il sopravvento e il 2000 sarà caratterizzato, più che negli anni ‘50, da una mafia forte e da uno Stato debole, o peggio, colluso con Cosa Nostra.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA REPUBBLICA IN OSTAGGIO

LA REPUBBLICA IN OSTAGGIO

by Gianni Flamini

La storia italiana repubblicana è connotata da uno...

PAOLO BORSELLINO. UN EROE SEMPLICE

PAOLO BORSELLINO. UN EROE SEMPLICE

by Roberto Rossetti

Dopo la morte dell'amico e collega Giovanni Falcone,...


IN MORTE DI DON MASINO

IN MORTE DI DON MASINO

by Pietro Orsatti

Un giornalista e la sua ossessione: scoprire che...

AL POSTO SBAGLIATO

AL POSTO SBAGLIATO

Le mafie hanno sempre ucciso i bambini. Le...


ANTHOLOGIA

ANTHOLOGIA

by Letizia Battaglia

Drago è orgogliosa di annunciare Anthologia, un’imponente raccolta...

COSÌ VI HO AVVELENATO

COSÌ VI HO AVVELENATO

by Daniela De Crescenzo, Gaetano Vassallo

Gaetano Vassallo è il manager dei rifiuti che...


INERTI

INERTI

by Barbara Giangravè

Licenziata dall’azienda per cui lavora, la trentenne Gioia...

IO, MORTO PER DOVERE

IO, MORTO PER DOVERE

by Luca Ferrari, Nello Trocchia

Un uomo sapeva già tutto del disastro ambientale...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta