Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Mer08312016

Last updateMer, 31 Ago 2016 9am

Il pentito Pulice:

Il pentito Pulice: "Così a Lamezia si votava per il senatore"

Accusa del collaboratore di giustizia contro il politico di ...

Rockefeller e la Terza Guerra Mondiale

Rockefeller e la Terza Guerra Mondiale

Bisogna prendere sul serio quello che dicono
di Giulietto Chi...

Libero Grassi, promotore di una rivolta morale contro la mafia

Libero Grassi, promotore di una rivolta morale contro la mafia

di Francesca Mondin
“Non sono pazzo, non mi piace pagar...

Lo Giudice: ''Faccia da mostro dietro via d'Amelio''

Lo Giudice: ''Faccia da mostro dietro via d'Amelio''

Il pentito calabrese: "Fu lui a premere il pulsante per la s...

Di Matteo, la Procura nazionale e il ''rifiuto'' del Csm

Di Matteo, la Procura nazionale e il ''rifiuto'' del Csm

Tra ''Azzecca-garbugli'' e nuovi ''Pilato'' nasce lo ''stop'...

20160806 lantimafia non seria

Ultim'ora

20160530 suicidate manca amazon

MAFIENEWS

Agguato nella notte, ucciso il latitante Flavio Salzano

Agguato nella notte, ucciso il latitante Flavio Salzano

di AMDuemila
Quattro colpi di pistola di calibro 9. Così è stato ucciso nella notte Flacio Salzano, latitante campano da tempo ricercato ...

Usura ed estorsione, tra gli arrestati anche il calciatore Modesto

Usura ed estorsione, tra gli arrestati anche il calciatore Modesto

L'organizzaizone mafiosa utilizzava i capitali della ʼndrangheta per dare prestiti a tassi del 30% mensile
di AMDuemila
I carabinieri del Ros e quelli d...

Post Terremoto: a Rieti ed Ascoli già aperti fascicoli d'indagine

Post Terremoto: a Rieti ed Ascoli già aperti fascicoli d'indagine

Il Procuratore Saieva: "Palazzi con più sabbia che cemento"
di AMDuemila
Dopo La Procura di Rieti anche quella di Ascoli Piceno ha aperto un fasc...

TERZOMILLENNIO

Caso Regeni e terremoto di Amatrice, questa la puntata di Presa diretta

Caso Regeni e terremoto di Amatrice, questa la puntata di Presa diretta

Intervista esclusiva a Paola e Claudio Regeni - Video all'Interno
La tragedia del terremoto di Amatrice e l’inchiesta su Giulio Regeni con l’...

Dieci regole per il post-terremoto

Dieci regole per il post-terremoto

a cura del Collettivo 3,32 L'Aquila
Mentre è in azione la macchina dei primi soccorsi, occorre prepararsi per il lungo e difficile "DOPO". Un de...

Primo effetto Brexit: Il vice di Merkel dichiara morto il TTIP

Primo effetto Brexit: Il vice di Merkel dichiara morto il TTIP

Il governo Renzi era il più servile rispetto al trattato. Anche per questo occorre votare No al referendum sulla controriforma costituzionale
di...

OPINIONI

Altro che Tav o Ponte, difendere il territorio è la prima opera pubblica

Altro che Tav o Ponte, difendere il territorio è la prima opera pubblica

di Antonio Ingroia
Disse Sandro Pertini, sulle macerie del terremoto dell'Irpinia del 1980, che il modo migliore di onorare i morti era quello di pensa...

La lettera di un aquilano ai terremotati che sta facendo il giro del web

La lettera di un aquilano ai terremotati che sta facendo il giro del web

di Andrea Cucchiella
La lettera di Andrea Cucchiella sta facendo il giro del web. Forse un po' cinica ma dannatamente reale ed è proprio per que...

Catania. Tutti i cittadini sono uguali, ma…

Catania. Tutti i cittadini sono uguali, ma…

Una giornata particolare
di Riccardo Orioles
“Riservato. In occasione visita Eccellenza Capo Governo et Duce Partito della Nazione prevista corren...

DI’ LA TUA

Terremoto. Impedire sprechi e corruzione, infiltrazioni clientelari e mafiose

Terremoto. Impedire sprechi e corruzione, infiltrazioni clientelari e mafiose

di Vito Lo Monaco
La legislazione urbanistica e quella antisismica nel secondo dopoguerra (anche dopo il terremoto di Messina del 1908) come quella ant...

Una terra di Profumi e Veleni

Una terra di Profumi e Veleni

di Luciano Armeli Iapichino
Immaginate...
Immaginate una terra raffigurata su una tela per mano divina...
Immaginatela d'estate, con tutte le sfumature p...

Premio Adolfo Parmaliana a Graziella Proto e al Capitano Mario Ciancarella

Premio Adolfo Parmaliana a Graziella Proto e al Capitano Mario Ciancarella

Quando la verità rende liberi
di Palmira Mancuso

“Scusate, chi è Adolfo Parmaliana?” ha chiesto una signora, incuriosita dalla...

ALTERNATIVA - PANDORA TV

L'Italia di Renzi preoccupa gli Stati Uniti

L'Italia di Renzi preoccupa gli Stati Uniti

di Giulietto Chiesa
Ma che succcede? Tutti i più importanti giornali anglosassoni, e non solo loro, guardano alla situazione italiana con improv...

L’uomo turba l’Universo

L’uomo turba l’Universo

Il Punto di Giulietto Chiesa
da pandoratv.it
Siamo in equilibrio instabile su uno strato sottile di terra che galleggia sul liquido metallico del magma. ...

Rockefeller e la Terza Guerra Mondiale

Rockefeller e la Terza Guerra Mondiale

Bisogna prendere sul serio quello che dicono
di Giulietto Chiesa

Steven Rockefeller, l'ultimo rampollo della dinastia, ha fatto - dai teleschermi di "Go...

mutolo-gaspare-arte-pittore

N5 Settembre 2000

Su quale tavolo politico giocheranno le prossime elezioni Bernardo Provenzano e la sua Cosa Nostra?

di Giorgio Bongiovanni

La Commissione Parlamentare Antimafia ha recentemente rivelato che la ‘Ndrangheta avrebbe superato la potenza criminale di Cosa Nostra, la mafia di Bernardo Provenzano. Non condividiamo tale notizia poiché le nostre indagini giornalistiche e gli atti processuali dimostrano che, a parte il ruolo predominante che in questo periodo la ‘Ndrangheta svolge nell ’amministrazione del  “mercato ” con l ’estero, la criminalità organizzata siciliana rimane il punto di riferimento per tutte le altre mafie in quanto alla forza militare e ai suoi rapporti con il mondo politico. Lo dimostrano le affermazioni del capitano Ultimo, lo dimostra la denuncia del presidente della Confesercenti di Palermo, il quale ha dichiarato che il “pizzo ”, in Sicilia, si paga ormai  “a tappeto ” (tanto che anche le “bancarelle ” ne sono soggette), lo  dimostrano i rapporti dubbi intercorsi tra alcuni politici ed esponenti di Cosa Nostra. Ma allora, in questo periodo di calma apparente, viene da chiedersi con chi abbia preso accordi Bernardo Provenzano in vista delle prossime elezioni. Il nostro pensiero, amaro per la verità, è che la caotica e confusa (per non dire disastrosa) situazione politica che caratterizza il nostro Paese manifesti la possibilità che un eventuale “scambio di favori ” possa avvenire sia con gli schieramenti di centrodestra che con quelli di centrosinistra.  Negli ultimi anni, infatti, mentre la mafia ha notoriamente votato Forza Italia, il centrosinistra si è dimostrato debole nella lotta contro il crimine organizzato e, fatta eccezione per alcuni membri della commissione antimafia o alcuni  esponenti politici, ha esercitato un’azione di contrasto pressoché nulla. Lo ha da poco denunciato a mezzo stampa il Procuratore di Palermo Piero Grasso dichiarando che “la lotta alla mafia non c ’è più” e lo denunciamo anche noi, in qualità di liberi cittadini della società civile, unendola nostra voce a chiunque alzi un coro di protesta.  La nostra speranza è che tale coro possa essere appoggiato dalla classe politica che,per il momento, sembra avere tutta la convenienza a lasciare le cose come sono dando alla mafia una più alta possibilità di vittoria. Se nessuno farà qualcosa per impedirlo, se non verrà organizzato un programma di repressione a livello governativo i quarantamila miliardi che nei prossimi anni giungeranno in Sicilia andranno ad alimentare le casse dei mafiosi. Come più volte abbiamo avuto modo di dire, la lotta alla mafia non può essere delegata alle sole associazioni laiche, cattoliche, alla magistratura o alla polizia giudiziaria. La lotta alla mafia deve essere soprattutto politica. Senza la forza della politica, del Parlamento, delle alte autorità dello Stato, la criminalità organizzata prenderà ancora una volta il sopravvento e il 2000 sarà caratterizzato, più che negli anni ‘50, da una mafia forte e da uno Stato debole, o peggio, colluso con Cosa Nostra.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ALTO TRADIMENTO

ALTO TRADIMENTO

by AA.VV.

"Licio Gelli non fu solo il depistatore delle...

NELLA MENTE DI UN JIHADISTA

NELLA MENTE DI UN JIHADISTA

by Corrado De Rosa

Nel 2016 Europol diffonde il risultato di uno...


I SEGRETI DI BOLOGNA

I SEGRETI DI BOLOGNA

by Valerio Cutonilli, Rosario Priore

È arrivato il momento, dopo trentasei anni, di...

LO STATO NASCOSTO

LO STATO NASCOSTO

by Rosalia Monica Capodici, Antonio M. Moccia

Questo è un libro diverso, particolare, una riflessione,...


SBIRRI E PADRETERNI

SBIRRI E PADRETERNI

by Enrico Bellavia

L’abbiamo davvero combattuta la lotta alla mafia? Alcuni...

IL CONTRARIO DELLA PAURA

IL CONTRARIO DELLA PAURA

by Franco Roberti

«Erano passati pochi giorni dagli attentati terroristici di...


SUICIDATE ATTILIO MANCA

SUICIDATE ATTILIO MANCA

by Lorenzo Baldo

È il 12 febbraio 2004. A Viterbo, in...

LA CITTÀ MARCIA

LA CITTÀ MARCIA

by Bianca Stancanelli

Stava raccontando la mafia e il potere. L'hanno...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta